Ribollita

La zuppa per eccellenza, per me, è la Ribollita toscana. La adoro!
E se la si prepara il giorno prima (da cui il nome) allora sarà ancora più buona!
L’ingrediente base è sicuramente il cavolo nero, detto anche cavolo senza testa, perché si coltivano solo le foglie. Ha un gusto deciso.
L’altro ingrediente necessario sono i fagioli cannellini (io a volte metto i tondini).
Infine, il pane: raffermo e tostato. Scegliete quello che più vi piace: integrale, baguette o “sciocco”.
Allora, tutti pronti per un viaggio nella terra di Dante?

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1/2cavolo verza piccolo
  • Qualche mazzettocavolo nero
  • 3pomodori
  • 1 gambosedano
  • 1cipolla bianca
  • 200 gfagioli cannellini in scatola
  • 2 fettepane
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero
  • 2carote
  • 1/2cavolo verza
Preparare un fondo di cottura con sedano, carote e cipolla. Mettere in una pentola dai bordi alti con olio. Fare soffriggere.
Aggiungere il cavolo nero e la verza, dopo averli tagliati a listarelle.
Aggiungere i pomodori, il timo, il sale e solo una parte dei fagioli.
Cuocete a fiamma bassa per circa un’ora.
Frullate parzialmente.
Aggiungete i restanti fagioli.
Aggiustate di sale e pepe.
Servite anche il giorno dopo con le fette di pane tostato.
Se volete, potrete aromatizzare le fette di pane con dell’aglio.

Bon Appétit!
5,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.