Zuppa di cereali e legumi

Non ho intenzione di dilungarmi in storie, aneddoti o motivazioni perché c’è una sola ragione per provare una zuppa di cereali e legumi, o forse tante tutte insieme: mangiare qualcosa di genuino, delizioso e che scalda il cuore, aggiungendoci anche il fatto che non bisogna fare altro che buttare tutto in pentola, condirlo con il giusto bouquet di sapori ed aromi e lasciarlo sobbollire a fuoco dolce per circa un’oretta, pregustando il lauto pasto di lì a poco…

Zuppa di cereali e legumi (1)

L’importante è mettere a mollo in acqua fredda la sera prima (o la mattina per la sera) 150 g di legumi secchi misti (si vendono in pacchetti già pronti). Al momento della preparazione, occorre sciacquarli per bene prima di cucinarli e fare lo stesso con altrettanti 150 g di cereali, tra cui io prediligo farro ed orzo in proporzioni variabili. Con queste dosi ricaverete belle porzioni di zuppa per 4 persone.

Una volta fatto ciò, bisogna prepararsi la lista discretamente ricca di ingredienti con cui rendere la vostra zuppa quell’autentica meraviglia di conforto che è: io comincio sempre con un bel trito aromatico di cipolla, carota e sedano (a qualcuno piace anche l’aglio, ma io non ne vedo il motivo) che faccio rosolare per qualche minuto in una dose generosa d’olio extravergine d’oliva.

Successivamente aggiungo i legumi ed i cereali lavati, li faccio insaporire un attimo col soffritto e poi li copro con mezzo litro di brodo molto caldo (preparatene almeno un litro, dato che potrebbe servirvene dell’altro).

A questo punto faccio tipo strega davanti al calderone ed aggiungo nella mia zuppa un cucchiaio colmo di concentrato di pomodoro, della scorza di Parmigiano grattata esternamente e 3-4 foglie di alloro, poi copro e lascio cuocere a fiamma lieve da 45 a 60 minuti, assaggiando per verificare la cottura di tutto ed aggiungendo altro brodo caldo quando serve.

Una volta cotta, elimino dalla zuppa le scorze di formaggio e le foglie di alloro, aggiusto eventualmente di sale e la lascio riposare 5 minuti prima di servirla condita con un filo d’olio a crudo.

Ah, volendo si possono sostituire i cereali con la stessa quantità di ditalini rigati o altro formato di pasta piccola (in tal caso regolatevi però con i tempi di cottura della pasta o cuocetela a parte ed aggiungetela alla zuppa una volta pronta).

Buon appetito.. e provate a cucinArmy! 🙂

Precedente Paté di fegatini Successivo Farfalle con sugo di pomodorini freschi e bottarga