Spezzatino di cavallo

La carne di cavallo desta ancora qualche perplessità alle orecchie di molti: dall’ipotetica difficoltà di cottura alla stereotipata immagine dei poveri cavalli che dovrebbero correre liberi sui prati, tanta gente ancora storce il naso davanti ad una tipologia di carne dalle innumerevoli caratteristiche positive.

Innanzitutto essa è una delle carni rosse a più alto contenuto di ferro; unendo ciò al fatto che si tratta di una delle carni più magre in commercio, va da sé che aggiungerla ogni tanto, con moderazione come ogni cosa, alla nostra dieta non può farci poi tutto questo male.

Effettivamente non è una carne facilissima da trovare e forse anche da lavorare; i primi tempi la consumavo tuttalpiù in un tipo di ricetta particolarmente deliziosa che spero di proporre a breve nel blog, ma di recente mi è capitato sotto mano un rigoglioso spezzatino di equino, rosso e privo di grasso, che invitava alla realizzazione di un caldo comfort food invernale e sugoso a lenta cottura. E così è stato…

spezzatino-di-cavallo

L’ingrediente base è ovviamente la carne di cavallo in pezzi, di cui ve ne occorreranno circa 320 g per 2-3 persone.

Iniziate la preparazione mettendo in una pentola che regga le lunghe cotture dell’olio extravergine d’oliva e soffriggetevi dentro mezza cipolla bianca tagliata a mezzaluna.

Stufate la cipolla per alcuni minuti, dopodiché unitevi a rosolare lo spezzatino d’equino rigirandolo per farlo colorare su tutti i lati.

Unite un peperoncino secco tritato e sfumate il tutto con mezzo bicchiere di vino rosso. Fate evaporare.

A questo punto, aprite un barattolo di polpa di pomodoro (400 g) e schiacciatela grossolanamente con una forchetta, dopodiché unitela in pentola ed aggiustate di sale.

Ora potete cominciare la vostra cottura, aggiungendo dell’acqua calda fino a quasi coprire la carne e cuocendo con coperchio e fiamma bassa per tre ore, mescolando ed aggiungendo acqua calda di tanto in tanto, facendo attenzione che il liquido di cottura non si asciughi mai troppo da far attaccare la carne.

Una volta pronto, servite il vostro spezzatino di cavallo ben caldo, accompagnato da del pane tostato o, ancor meglio, della polenta!

Buon appetito.. e provate a cucinArmy! 🙂

Precedente Pollo arrosto con peperoni ed olive Successivo Lasagne con besciamella di castagne, radicchio e speck