Seppioline “alla coreana” (ricetta di Nigella Lawson)

E’ un bel po’ che non scrivo sul blog. Purtroppo (o per fortuna) sto lavorando molto in questo periodo e non è che alla fine della giornata io non abbia neanche la forza di scrivere una ricetta (oddio, alcuni giorni ho avuto solo il tempo di mangiare un boccone e mettermi a dormire, eh) ma più che altro non avrei proprio una ricetta da scrivere visto che quando si è sempre di corsa o si ha poco tempo, ahimè è spesso proprio la cucina a rimetterci in tempo ed attenzioni, e quindi si va avanti a ricette talmente facili e veloci che sarebbero fuori luogo persino nella famosa rubrica dei salvacena (da cardiopalma) della Parodi. 😛

Tuttavia, vuoi per la pausa dal lavoro che l’influenza mi ha imposto, vuoi anche perché alla fine in 10 minuti qualcosina che valga la pena condividere con il mondo la si prepara, eccomi qui di nuovo con una ricetta che volevo provare a fare da un bel po’ di tempo, da quando la vidi fare per la prima volta in tv alla dea della cucina, Nigella Lawson.

Si tratta di un curry (inteso come insieme) di pesce e verdure molto saporito e speziato, servito con l’immancabile riso asiatico bianco di accompagnamento, che non so perché lei definisce durante la preparazione “alla coreana”.

La ricetta è molto semplice, ancor più perché rivisitata e semplificata nell’utilizzo di ingredienti in base a quello che avevo in casa (a partire dal pesce, in quanto nella ricetta originale erano previsti dei calamari e non delle seppioline, ma vabbè).

Seppioline alla coreana

Iniziate la preparazione di questo piatto esotico e rapidissimo con la cottura del riso. Utilizzate un riso dal chicco lungo (tipo basmati, jasmine o thaibonnet) che potete cuocere in due modi:

  • classica bollitura in acqua salata per circa 10 minuti, dopodiché sciacquatelo e lasciatelo asciugare e freddare per bene;
  • mettendo la quantità di riso (180 g per 2 persone) precedentemente sciacquata ed una volta e mezza la quantità d’acqua in un pentolino, portare a bollore e cuocere 10 minuti senza mescolare mai (tecnica d’assorbimento, per un riso più saporito e profumato), fino a quando appunto il riso si sarà cotto assorbendo tutta l’acqua.

Una volta cotto, lasciate raffreddare il riso da parte.

A questo punto, occupatevi della ricetta vera e propria per cui vi occorreranno, come ingredienti principali, una dozzina di seppioline già pulite (vanno bene anche quelle congelate, lasciate scongelare precedentemente), circa 100 g di piselli ed una dozzina di mini pannocchiette (vi consiglio di cercarle nei negozi di alimentari etnici, perché nei classici supermercati sono rare e molto costose).

Per comodità io ho preferito sbollentare seppioline e piselli insieme in acqua bollente leggermente salata per 10 minuti, prelevandone un po’ per la salsa.

In un wok mettendo dell’olio di semi (io uso sempre quello di soia) e soffriggetevi dentro un paio di cipollotti tritati, lasciando per dopo le parti verdi. Aggiungete le mini pannocchiette tagliate in 3 o 4 parti, i piselli ed infine le seppioline, che potete lasciare intere o separare i tentacoli dalla sacca e dividere questa in altre due parti, facendo insaporire il tutto per un paio di minuti.

Nel frattempo preparate la salsa speziata in una ciotolina mettendovi un mestolo di acqua calda (potete utilizzare anche quella in cui avete lessato piselli e seppie), un cucchiaio di pasta di curry rosso, uno spruzzo di salsa di soia e qualche goccia di olio di arachidi o di sesamo tostato. Emulsionate il tutto con una forchetta per amalgamare gli ingredienti e versate poi nel wok insieme agli altri ingredienti, lasciando cuocere il tutto insieme per altri 4-5 minuti in modo da far insaporire gli ingredienti con la salsa rossa speziata.

Servite il vostro piatto d’ispirazione coreana mettendo del riso bianco in una ciotola e versandovi sopra il curry rosso di pesce e verdure, cospargendo infine con qualche rondella di cipollotto verde.

Buon appetito.. e provate a cucinArmy! 🙂

Precedente Risotto alle more Successivo Risotto pompelmo e gamberi