Gamberi al cocco

Immaginate l’estate, il caldo, il sole, una spiaggia tranquilla ed assolata su cui rilassarsi all’ombra di una palma tropicale con una leggera brezza, fino a quando ad un certo punto vi viene un certo languorino, come l’eccentrica signora di una nota pubblicità di cioccolatini di qualche tempo fa.

Beh fidatevi, in questo caso non vi servirà a niente il fido maggiordomo con la sua piramide ipercalorica di dolcetti, ma avrete voglia di qualcosa di sfizioso, gustoso ed esotico allo stesso tempo.

Ora, non c’è veramente bisogno di traslocare dall’altra parte del mondo, in uno di quei paradisi terrestri che fanno gola al 99% degli abitanti di questo pianeta, ma vi basterà procurarvi dei bei gamberoni e della farina di cocco per ottenere uno splendido piatto di frittura marina talmente facile da realizzare e meraviglioso da gustare da creare una vera e propria dipendenza.

20150323_212732

Questa ricetta infatti, ideale sia come antipasto che come sfizio in qualsiasi momento della giornata, ha una valanga di motivi per cui provarla: come già detto è di facilissima realizzazione, è ottima ed ha un sapore esotico molto particolare, ideale soprattutto per la bella stagione. Io adoro poi servirli in maniera particolare, magari a mo’ di cocktail con un’insalata fresca ed esotica al mango o alla papaya, accompagnati anche da della maionese all’aglio.

Ma andiamo con ordine…

Iniziamo proprio dai gamberi: dovrete procurarvi dei gamberi o dei gamberoni piuttosto grandi; io ne calcolo almeno 5-6 a persona. Puliteli eliminando la testa, il carapace ma lasciando intatta la coda da cui andrete poi afferrati e portati alla bocca, come dei finger-food; eliminate anche l’intestino dei gamberi, che è quel filamento scuro che trovate sul loro dorso, dopodiché sciacquateli delicatamente e tamponateli leggermente con della carta assorbente, giusto per assorbire un po’ d’umidità in eccesso.

Mentre mettete a scaldare abbondante olio per friggere in una padella, preparate tre ciotoline in cui metterete nell’ordine della farina 00, le uova (una o due, a seconda di quanti gamberi dovete impanare) sbattute con un pizzico di sale e nell’ultima la farina di cocco, che non è altro se non del cocco grattugiato e fatto essiccare.

Quando l’olio sarà ben caldo, iniziate passando i gamberi prima nella farina 00 (l’umidità del crostaceo aiuterà la farina ad aderire ben bene), poi nelle uova ed infine copriteli per bene con la farina di cocco.

Friggeteli nell’olio bollente per circa 5-6 minuti, rigirandoli di tanto in tanto per farli dorare su entrambi i lati e mettendoli poi ad asciugare dall’olio in eccesso su della carta assorbente.

Mentre loro riposano un paio di minuti, voi sbizzarritevi pure con la fantasia pensando a come servirli: con una bella insalata esotica di frutta e verdura tropicale, nei calici o nelle coppe da cocktail con degli ombrellini per decorazione e con salse gustose e speziate (io amo la maionese all’aglio, realizzata mettendo nella semplice maionese dell’aglio grattugiato o in polvere).

Ad ogni modo, occhio perché questo piatto può creare davvero dipendenza! 😛

Buon appetito.. e provate a cucinArmy! 😉

Precedente Torta con pesche sciroppate e amaretti Successivo Spaghetti con le cozze