Rose ripiene

Ho trovato sul web un tutorial per realizzare queste rose ripiene. Si trattava di pasta per la pizza; io invece ho voluto provare con la pasta brisè, perchè con l’altro impasto, potevano perdere la forma, visto che in forno durante la cottura continua a lievitare. Devo dire che il risultato è molto carino: un fiore, da riempire come meglio credete. Passo alla procedura.

 

Rose ripiene foto

Rose ripiene

Cosa serve per la ricetta:

 Per la pasta brisè

  • 250 grammi di farina 0
  • 100 grammi di burro a pezzettini
  • un pizzico di sale
  • 70 grammi di acqua fredda

 

Per la farcitura

  • Peperoni arrostiti
  • Crescenza di capra
  • Pan grattato
  • Un cucchiaino di olio extravergine di oliva
  • Olive nere
  • Uno spicchio d’aglio
  • Sale quanto basta

Rose ripiene foto

 

 

Come preparare le rose ripiene:

Innanzitutto prepariamo i peperoni. Se li avete già arrostiti, come me, non vi resta che farli a listarelle e farli cuocere a fuoco lento in una pentola antiaderente con un cucchiaino di olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio tagliato in più parti; facciamo rosolare e alla fine aggiungiamo le olive nere denocciolate e tagliate in otto pezzi. Mentre i peperoni cuociono (ci vorranno circa 20 minuti a fuoco dolce), prepariamo la pasta brisè; io impasto tutto nel Bimby, 20 secondi a velocità 4. Lavoriamo ancora un po’ con le mani e lasciamo riposare in frigo per circa 20 minuti.

Nel frattempo i peperoni si sono cotti, quindi aggiungiamo il pan grattato , mescoliamo bene e li facciamo raffreddare ( si utilizza il pan grattato per asciugare le verdure e gli ortaggi con cui farciremo le rose, altrimenti l’impasto di queste ultime può risultare inumidito dal ripieno e non si cuoce bene). Riprendiamo la pasta brisè, la stendiamo e con l’aiuto di una tazza, ricaviamo dei cerchi, che taglieremo ai 4 angoli. Farciamo le nostre rose: mettiamo prima il pezzo di formaggio, poi le verdure e poi chiudiamo, cominciando a prendere un lato che avvolgiamo intorno alla farcitura; per poi avvolgere il lato opposto; proseguiamo con gli altri  due lati perpendicolari. Preriscaldiamo il forno a 200 e cuociamo per 11 minuti (dipende sempre dal vostro forno, dovete conoscerlo per ottimizzare le prestazioni).

 

Un consiglio importante da non sottovalutare. La pasta brisè deve essere stesa molto fine, perché altrimenti in cottura perde la forma e rimane anche cruda all’interno.

 

Per la realizzazione di questa ricetta ho usato: Crescenza di capra Mauri,  Pan grattato Impan Ariosto, e ho cotto i peperoni arrostiti La Fiammante  nelle pentole Flavorstone.

Presentati su piattini Vanity Poloplast

Commenti

Commenti

Precedente Focaccia alla marinara Successivo Aprile, il mese di...

2 commenti su “Rose ripiene

  1. Sono bellissime e sono davvero invitanti!!! Anche io qualche tempo fa ho fatto una ricetta simile ma con la pasta sfoglia e le mele…. Ora voglio provare questa!!! ciao!!!

    • A pummarola ncoppa il said:

      Ciao Sara! Grazie mille! Ti dirò, sono davvero sfiziose e gustose. Quelle che tu hai provato, le ho fatte anche io in passato e differiscono molto da queste, sia negli ingredienti che nella procedura; quelle dolci si realizzano creando una fascia di pasta sfoglia e arrotolandola su se stessa, mentre queste salate nascono da un cerchio di pasta brisè ( più neutra come preparazione) , i cui “petali” si abbracciano l’uno all’altro. Sono molto versatili in quanto puoi usare il ripieno che preferisci e , a dirla tutta, se ti scoccia fare la pasta brisè, puoi anche acquistarla :). Se e quando le proverai, avrai bisogno di qualsiasi tipo di aiuto, io sono a disposizione! Ti auguro buon proseguimento, a risentirci presto!!
      Marghe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.