Fiori di cioccolato ripieni

Questa dei fiori di cioccolato ripieni è un’idea facile di dessert da presentare ai vostri ospiti, visto che ben presto arriverà la bella stagione.
Adesso vi illustro la procedura per la realizzazione di questo dolcetto/gelato.
Fiori ripieno alla vaniglia e amarene

Fiori di cioccolato ripieni

 

Cosa serve per la ricetta:

 
Fiori ripieno alla vaniglia e amarene 

Come preparare i fiori di cioccolato ripieni:

Sciogliamo il cioccolato a microonde o bagnomaria ( io uso il mo 3 minuti a 500 watt) e rivestiamo con un pennellino da cucina uno stampo, io uso sempre quelli in silicone Silikomart . Pennelliamolo bene, non ci devono essere degli spazi scoperti, perché può fuoriuscire il gelato. Mettiamolo in frigo a rassodare per 15 minuti,  dopodiché possiamo aggiungere il gelato alla vaniglia, lasciando la parte centrale vuota, per fare spazio alle buonissime amarene (io ci metto anche il succo che è delizioso!); ricopriamo con il gelato e poi con altro cioccolato fuso, così lo chiudiamo. Mettiamo in freezer e tiriamo fuori 5 minuti prima di servirlo agli ospiti. Che delizia, e non sono di parte!!! Provatelo!

Commenti

Commenti

Precedente Fusilli al pesto finto Successivo Risotto alla verza e bacon caramellato

9 commenti su “Fiori di cioccolato ripieni

  1. Cavolo, ogni volta che passo nel tuo blog penso sempre di piu che sei veramente bravissima!!!! questo dolce e eccezionale!!!!magari rifarò la tua ricetta, ma sono sicura che non mi verrà mai bene come la tua!ancora complimenti!!!

  2. miki il said:

    Ma che bontà!Uffi,ho tanti stampini in silicone (della Pavoni e della Silikomart,quindi di buona qualità))che non so perchè quando li lavo rilasciano poi nei cibi(soprattutto gelato o semifreddi) un odorino di detersivo!A te non succede?hai qualche consiglio utile per il lavaggio?Vorrei tanto provare a fare questi fiori speciali !

    • A pummarola ncoppa il said:

      ciao Miky! 🙂 devo dirti la verità: anche a me è capitato di avere stampi che trasferivano l’odore del silicone al cibo: li ho subito messi da parte, utilizzandoli in ricette che non prevedono cottura ( e quindi ti faccio un esempio: una forma di ghiaccio su cui appoggiare la frutta da presentare in una cena agli ospiti; oppure un dolce freddo, una cheesecake ,una bavarese ecc); tu invece mi parli di odore di detersivo; non mi ci sono mai trovata nella specifica situazione, ma ti consiglierei di effettuare dei lavaggi con acqua calda e limone ( come si potrebbe pensare al bicarbonato o anche aceto, anche se penso che sia più forte), così che sei tranquilla che non sia un prodotto che possa far male. Aspetto con ansia di sapere come è venuto questo guscio goloso e se hai bisogno di delucidazioni o chiarimenti, sono a tua disposizione! A presto, saluti e buone preparazioni!
      Marghe 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.