Crea sito

Il filoscio tradizionale napoletano.

Il filoscio tradizionale napoletano.
L’importante e che fili, ecco questa e una delle particolarità di questa frittata….. Uhe uhe me che stai scrivendo!!! . Io mi chiamo filoscio e come ben sapete un po tutti faccio parte della cucina franco-napoletana.
Non sono una semplice frittata ma una preparazione che rasenta il sublime, sono la perfetta fusione tra uovo e provola. Alla fine tutto deve “filare bene” per l’ottima riuscita del piatto.


Molti bambini lo ricorderanno , è quello che mamma ci metteva nel panino quando andavamo in gita.
Per mamma era la marenna del fravecatore, Mi sa che lo faceva apposta, diceva cosi ai miei fratelli: ” il pane si mantiene bello morbido fino alla pausa pranzo”.

Il filoscio tradizionale napoletano e la base della cucina di casa fatta con amore di noi napoletani, a Napoli! Il termine filoscio, è ripreso dal francese filoche (filante). Questo perche all’interno i formaggi o latticini con una cottura a fuoco lento filano.

Pensate quello che volete voi ma credo fermamente che la mozzarella in carrozza altro must della cucina napoletana abbia come base questa procedura..

Alla prossima storia.

Il filoscio napoletano.
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 3uova
  • 1filo d’olio
  • 1 pizzicopepe
  • q.b.sale
  • 200 gprovola affumicata

Preparazione

  1. Il filoscio napoletano. Piatto semplice quello che andremo a preparare oggi. In una ciotola metto le uova il sale e il pepe (01). Lo sbatto con un frustino per miscelare bene le uova bene (02).Fatto questo metto sul fuoco molto basso una padella antiaderente con un filo d’olio, porto a temperatura e verso il composto di uova sbattute (03).

  2. Nel frattempo taglio alcune fette di provola affumicata (04), intanto la base di questo filoscio si sta cuocendo (05), la particolarità stà nella cottura che deve avvenire solo da un lato a fuoco lentissimo. Ora adagiamo le fette di provola (06) in modo che copra una metà della frittata.

  3. Il filoscio napoletano.

    Ci siamo quasi..! Incomincio a staccare la frittata dal fondo e incomincio a ricoprirla con l’altra metà (07). Una volta coperta la lascio cuocere per qualche minuto in modo che il tutto inizia a filare (08). Ecco ora e pronta per essere gustata , un pizzico di pepe macinato fresco e vi aspetto qui per rifarla (09).

  4. Il filoscio napoletano.

    Una frittata molto particolare che solo gustandola si può capire . Io intanto l’assaggio per voi e vi auguro Buon Appetito e alla prossima ricetta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.