Crea sito

Finta Tarte tatin alla napoletana.

Finta Tarte tatin alla napoletana.

Oggi mi sono messo ai fornelli con la voglia di creare qualcosa di nuovo  e questa finta tarte tatin alla napoletana ha tutte le caratteristiche per esserlo, è una preparazione molto colorita e gustosa. Questa ricetta non e altro che la versione della classica torta di mele della tradizione francese. Nuova ed esclusiva perche a parte la procedura e qui mi riferisco alla sua lavorazione dove alla fine viene capovolta sul piatto da portata, questa invece miscela con sapienza le verdure, i finocchi, le fave fresche i pomodorini il guanciale rosolato fanno la differenza insieme ad altre spezie
, rendendole molto leggere e con sapori ben equilibrati. .
La mia finta Tarte Tatin alla napoletana ha come risultato finale un gusto ed un sapore molto delicato , la velocità di preparazione e anch’essa una delle novità molto intriganti.
Seguite la ricetta passo passo e vedrete realizzato un “capolavoro” bello da vedere e mangiare.

Finta Tarte tatin alla napoletana.
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 rotoloDi pasta sfoglia rotonda
  • 3Finocchi
  • 50 gGuanciale
  • 150 gFave fresche sgusciate
  • 7Pomodori di Pachino
  • 100 gParmigiano Reggiano DOP
  • 50 gBurro
  • 1 pizzicoSemi di finocchietto selvatico
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe macinato fresco

Preparazione

  1. Finta Tarte tatin alla napoletana.

    Per questa Finta Torta Tatin alla napoletana ho utilizzato dei prodotti di stagione (finocchi, fave)(01). In una padella sciolgo il burro insieme a un pizzico di finocchietti selvatici (02). Nel frattempo metto sul fuoco anche un padellino con del guanciale a rosolare(03).

  1. Finta Tarte tatin alla napoletana.

    Aggiungo nel burro sciolto i finocchi tagliati a fette non troppe sottili (04). Intanto il guanciale e diventato bello trasparente e croccante (05), tolgo il guanciale e lascio cadere l’eccesso di grasso a cui aggiungo le fave fresche insaporendole. (06).

  1. I finocchi dopo una decina di minuti di cottura sono pronti (07), meglio che non cuociono troppo anche perche come vedremo dopo dovranno di nuovo essere cotti al forno. Le fave sono pronte, aiutandomi con un mestolo bucato li metto a raffreddare dopo avere fatto scolare tutto il grasso in eccesso (08). Per potere iniziare a comporre il piatto preparo l’ultimo ingrediente, taglio i pomodorini a metà e li avvolgo nello zucchero (09).

  1. Sul fondo di una teglia foderata da carta da forno, sistemo tutti gli ingredienti dandogli un certo ordine. aggiungo il sale, il formaggio e una grattugiata di pepe (10). Copro con la pasta sfoglia tagliando la parte in esubero, e con una forchetta bucherello la pasta in modo che non si gonfi durante la cottura (11). Metto tutto nel forno per circa 20 minuti a 175° o fino a quando non prende una bel colore dorato, Prima di capovolgerla sul piatto da portata e servirla la lascio intiepidire per potere fare bene quest’ultimo passaggio, decoro il tutto con il guanciale croccante e una spolverata di pepe macinato fresco (12).

  1. Una esclusiva tutta napoletana, ogni assaggio e un’esplosione di gusto, sono molto soddisfatto del risultato finale e a voi non vi resta che rifare la ricetta. Io invece vi auguro Buon Appetito e alla prossima ricetta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.