Crea sito

Colatura di olive al filetto di pomodoro.

Colatura di olive al filetto di pomodoro.
“Io una volta abitavo sulla pianta, poi stu pazz ha voluto provare la colatura di…. Olive e mi ha strapazzato bene. Tutto sommato però sono molto contento l’ho visto bere il vino (un bicchiere) segno che la nuova ricetta e venuta deliziosa”.
A volte diventa piacevole introdurre una ricetta con una presentazione “leggera”, in fondo chi cucina si diverte anche. A questo punto tutti avete capito che l’ingrediente di questa nuova preparazione sono le olive. Qualche giorno fà ne hò avute un bel pò regalate da mio fratello. Le “uova di piccione”(parlo di olive) e una qualità con una polpa molto delicata, nel gergo della classificazione vengono definite da “mensa”. Esse necessitano di poco tempo di marinatura e salatura. L’idea forse unica nel suo genere mi e venuta quando le hò preparate con un bel pò di aromi per metterle nei barattoli di vetro sott’olio. Riempiti i barattoli ne sono avanzate una bella manciata, alcune le hò mangiate con un bel “culucciell” di pane fresco casareccio e provolone piccante, le altre invece complice il sughetto bello profumato e ricco di sapore le ho utilizzate per condire la pasta insieme a dei filetti di pomodoro ripassati in padella con dell’aglio e un goccio d’olio. Seguite la ricetta passo passo e nell’andare avanti con la lettura vi accorgerete che la preparazione e abbastanza particolare per questa preparazione della colatura di olive al filetto di pomodoro.

Colatura di olive al filetto di pomodoro.
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gSpaghetti
  • 200 gOlive sott’olio (Uova di piccione)
  • 1 spicchioAglio
  • 150 gPomodori
  • q.b.Sale
  • q.b.Origano

Preparazione

  1. Colatura di olive al filetto di pomodoro.

    Parto per questa ricetta dalla qualità delle olive “uova di piccione” (01). Dopo averle preparate con tutti gli aromi e messe in un barattolo di vetro per farle insaporire (minimo cinque giorni), hò preso quelle che già avevo messo in precedenza allungando un pò di olio il giusto per condire la pasta (02). Messo l’acqua per la pasta sul fuoco ho preparato dei filetti di pomodori e li hò salati (03).

  1. Colatura di olive al filetto di pomodoro.

    Hò calato la pasta in acqua bollente (04) e in una padella ho messo a rosolare l’aglio in un filo d’olio portandolo quasi al limite ma senza farlo bruciare (05). Hò aggiunto i pomodori già salati (in questo modo perderanno l’acqua di vegetazione), li ho cotti il tempo necessario per farli solo appassire in modo che la polpa non perda tutta la sua acidità (06).

  1. Il filetto di pomodoro e le olive sono pronte (07). Calo la pasta che nel frattempo si e cotta e la unisco alle olive (08),e dò una prima mescolata, poi aggiungo il pomodoro (09). In questa maniera i sapori restano separati e l’acidità dei pomodori da corpo a tuttoil piatto.

  1. Dovete provarla, io ne sono rimasto entusiasta, qui non e questione di essere di parte, quando la buona cucina regala note profumate e gustose, condividerla con tutti e un dovere. Buon Appetito e alla prossima ricetta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.