Marmellata: come risolvere 3 problemi nella preparazione

Regalare una gustosa marmellata o confettura fatta in casa è sicuramente un pensiero gradito per amici e parenti a Natale.

Però attenti alle brutte figure: dobbiamo assicurarci che la marmellata non presenti uno dei suoi 3 tipici inconvenienti di preparazione.

vasetti di marmellate

1) La marmellata è troppo liquida

Questo inconveniente è dovuto alla mancanza di pectina, la sostanza che sotto l’azione del calore e a contatto con lo zucchero, permette al succo della frutta di condensarsi.

Alcuni frutti come pesche, pere e ciliegie non contengono pectina, e quindi può capitare che la marmellata sia troppo liquida.

La soluzione è far ricuocere qualche minuto la marmellata, aggiungendo un paio di mele a pezzetti, in quanto la mela contiene pectina.

2) La marmellata si cristallizza

La cristallizzazione avviene quando la frutta non ha un sufficiente contenuto acido.

Anche in questo caso occorre ricuocere la marmellata pochi minuti, aggiungendo il succo di due limoni per ogni chilo di frutta.

marmellata di ciliegie

3) La marmellata ammuffisce

Dopo qualche tempo dalla chiusura, durante la conservazione della marmellata, può formarsi della muffa in superficie.

Le possibili cause sono due:

  • c’è un’infiltrazione d’aria perché il vaso non è stato chiuso correttamente
  • oppure la quantità di zucchero non era sufficiente

Per rimediare, basta rimuovere lo strato di muffa e ricuocere la marmellata aggiungendo dello zucchero.

Dopodichè va ricoperta con uno strato di cera domestica per marmellate o paraffina.

A questo punto si può procedere nuovamente alla sterilizzazione del vasetto,