Crea sito

Pane al pesto di basilico e pinoli

Il pane al pesto di basilico e pinoli è un pane buono, morbido e profumato, leggermente colorato di verdognolo, davvero molto saporito e invitante!
La ricetta è molto semplice basta aggiungere al classico impasto del pane il pesto di basilico frullato, tanti pinoli e così avrete una variante deliziosa dal sapore estivo.
Il pane si gusta bene sia tiepido che freddo il basilico sprigiona sempre il suo aroma, è ottimo da solo per accompagnare i nostri piatti oppure affettato e farcito per delle bruschette o con del formaggio sia fresco che cremoso.
Se come me adorate il basilico vi consiglio di provarlo vi conquisterà sicuramente per il profumo inebriante e il sapore fresco e saporito.
Trovate la ricetta del pesto di basilico frullato qui.
Trovate anche nel blog questa versione del pane incamiciato al profumo di basilico!

Pane al pesto di basilico e pinoli
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i pane al pesto di basilico e pinoli

  • 500 gsemola rimacinata
  • 250 mlacqua
  • 4 glievito di birra fresco (oppure 80 g lievito madre)
  • 2 cucchiainisale
  • 1albume
  • q.b.pinoli

Strumenti

  • Planetaria
  • Teglia
  • Forno

Preparazione per i pane al pesto di basilico e pinoli

  1. Iniziate a preparare l’impasto al mattino presto, vista la stagione più calda, bastano pochi grammi di lievito, col calore la lievitazione si accelera. Se avete il lievito madre potete sempre sostituirlo a quello di birra usando 80 g di pasta solida.

  2. Versate l’acqua nel contenitore della planetaria, se non l’avete impastate a mano in una ciotola, sciogliete il lievito poi iniziate ad aggiungere pian piano la farina, lavorate a velocità bassa 2 poi aumentate a 3, oppure energicamente a mano.

  3. Dopo aver incorporato tutta la farina aggiungete il sale, che non deve stare a contatto col lievito altrimenti si irrigidisce la maglia glutinica, lavorate bene l’impasto a lungo col gancio, o energicamente a mano, infine aggiungete il pesto di basilico frullato e continuate a lavorare fino a quando non risulta elastico e liscio.

  4. Ribaltate l’impasto su una spianatoia, se serve usate dell’altra farina, ungetevi le mani con dell’olio e lavoratelo più volte facendo delle pieghe, se preferite potete unire anche dei pinoli nell’impasto, io ho preferito metterli solo in superficie, poi arrotondate con le mani per fare un bel panetto e adagiatelo su una teglia.

  5. Fate una croce al panetto e mettete a lievitare in un luogo caldo o dentro il forno con la luce accesa per circa 3-4 ore, questo dipende anche dalla temperatura che avete in casa. Vi regolate ad occhio quando l’impasto risulta abbastanza lievitato, deve raddoppiare di volume.

  6. Se avete usato il lievito madre i tempi di lievitazione saranno più lunghi.
    Dopo la lievitazione spennellate la superficie del pane, con molta delicatezza, con un albume versate i pinoli e poi trasferite la teglia in forno già preriscaldato a 220°.

  7. Cuocete il pane a 220° per i primi 10 minuti. Trascorso questo tempo abbassate la temperatura del forno a 180° e cuocete per altri 25-30 minuti. Il pane sarà cotto quando sulla superficie si sarà formata una crosta dorata, se i pinoli si colorano troppo, coprite con della carta stagnola.

  8. Sfornate il pane al pesto di basilico e pinoli adagiatelo su una gratella lasciatelo intiepidire e poi gustatelo sia tiepido che ben freddo, il profumo inebriante del basilico vi conquisterà!

  9. Pane al pesto di basilico e pinoli

Consigli e varianti

Per questo impasto potete utilizzare sia il lievito di birra che il lievito naturale, variano solo i tempi di lievitazione che si allungano usando il lievito madre.

Per le altre ricette sul pane cliccate qui.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da annaelasuacucina

Cuoca per passione... le mie ricette dal dolce al salato sono quelle che preparo giornalmente per la mia famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.