Dolce di natale vegano

Il dolce di natale vegano è un dolce preparato con ingredienti tutti di origine vegetali, perfetto per chi segue questo regime alimentare. I vegani non mangiano niente di origine animale ne le loro carni ne i loro derivati come: latte, burro, uova.
Questo dolce è dedicato a chi sceglie di seguire questa dieta ma non intende rinunciare alla bontà di un dessert a natale. Perfetto anche per chi ha problemi d’intolleranze al glutine o al lattosio.
E’ un dolce preparato con una base biscotto di farina di ceci, farcito da una crema di cachi con latte di mandorla e polvere di carrube.
Se a natale avete qualche parente o amico che è vegano, dovete pensare all’intero menù compreso il dolce.
Questa è una ricetta semplice anche se richiede tanti passaggi, l’importante usare prodotti specifici per chi segue questa dieta.
Per l’impasto ho utilizzato l’olio extravergine di oliva verdone dell’azienda Frantoio Gentili, confezionato in una graziosa bottiglia a forma di anfora.
E’ un ottimo prodotto pregiato dal sapore deciso, molto indicato in cucina per tantissime ricette.

Dolce di natale vegano
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    1 pezzo

Ingredienti

Base biscotto

  • 200 ml Acqua
  • 40 ml Olio Verdone Gentili (extravergine di oliva)
  • 130 g Farina di ceci
  • 50 g Zucchero di canna (grezzo)
  • 1/2 cucchiaino Cannella in polvere

Crema

  • 100 ml Latte di mandorle
  • 3 Cachi vanigliati
  • 1 pizzico Cannella in polvere
  • 40 g Farina di carrube

Decorazione

  • q.b. Cacao amaro
  • q.b. Fette di cachi
  • q.b. Anice stellato

Preparazione

  1. Per la preparazione di questo dolce iniziate a preparare la base biscotto.
    Mettete l’acqua in una ciotola, aggiungete la farina di ceci setacciata, mescolando bene con una frusta per evitare grumi. Sempre mescolando aggiungete lo zucchero di canna e la cannella.
    Prendete uno stampo rettangolare piccolo, rivestitelo di carta forno e versate il composto.
    Passate in forno caldo e cuocete a 180° per circa 15 minuti. Una volta cotta sfornatela e lasciatela intiepidire.

  2. Dolce di natale vegano

    Nel frattempo preparate la crema, potete utilizzare il bimby oppure in un pentolino a mano.
    Sbucciate e tagliate a pezzetti i cachi, io ho utilizzato la versione vanigliata che risultano molto sodi, se usate gli altri più morbidi basta togliere la pelle e i semi. Frullate la polpa e riducetela in crema.
    Nel boccale del bimby o nel pentolino versate il latte di mandorla e la polpa frullata dei cachi ( circa 200 gr.) mescolate ed iniziate la cottura, aggiungete la cannella e la farina di carrube setacciata per addensare.
    Col bimby azionate la velocità 3 a temperatura 90° per circa 8/10 minuti.
    Col pentolino sul fornello mescolate continuamente a fiamma media fino a quando non raggiunge una certa consistenza.
    La crema assume il colore del cioccolato per la farina di carrube che ha il colore marroncino.
    A fine cottura la crema è abbastanza morbida, fatela rapprendere in freezer per almeno 5 minuti.

  3. Dolce di natale vegano

    Procedete con l’assemblaggio del dolce, con delle formine di diversa misura ricavate delle stelle dalla base biscotto, tre grandi, tre medi e tre piccoli.
    Prendete un piattino di portata, versate al centro un cucchiaino di crema raffreddata, adagiate la prima stella biscotto e poi spalmate con della crema, adagiate l’altro biscotto a stella, con la punta spostata diversa dalla base, spalmate con crema e procedete così fino alla fine dei biscotti a stella.

  4. Dolce di natale vegano

    Dopo che avete assemblato il dolce spolverizzatelo con del cacao amaro, decorate con fette di stelle con i cachi e anice stellato.
    Servite il dolce fresco accompagnato da una coppetta della crema di cachi e carrube avanzata.

  5. Dolce di natale vegano

Note

Consigli:
per la realizzazione di questo dolce vegano usate prodotti specifici, la farina di carrube si può sostituire con della maizena, così la crema non prenderà il colore cioccolato delle carrube ma resterà sul giallo arancio.
Questo dolce è perfetto anche per chi ha intolleranza al glutine o al lattosio.
Il dolce si conserva in frigo per un giorno chiuso sotto una campana di vetro.
Per altre ricette vegane cliccate qui

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sul tuo profilo, per gli aggiornamenti diventa fan della mia pagina facebook.
Per le altre ricette torna alla HOME

Precedente Olive intaccate sott'olio ricetta calabrese Successivo Panettoncini salati segnaposto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.