Crea sito

Ciambelle con patate americane

Le ciambelle con patate americane sono dei dolci lievitati fritti, soffici e profumati alla cannella, così buoni e golosi che la tentazione è tanta da finirli subito. Queste ciambelle zuccherine li adorano anche i bambini perchè morbidissime e dal sapore delicato.
Sono preparati con un impasto lievitato semplice, senza uova, senza burro, ma con patate americane, dette anche patate dolci, aggiunte all’impasto per una maggiore sofficità al prodotto.
Le ciambelle sono davvero deliziose, dopo la frittura vengono tuffate nello zucchero semolato e nella cannella per un tocco speziato in più.
Si preparano sempre, ma per tradizione in alcune città si accompagnano al vino novello nel giorno di San Martino, ma soprattutto nel periodo di carnevale assieme ad altre fritture tipiche.
Se come me adorate queste deliziose ciambelle, condividete la ricetta e preparatele anche voi!

Ciambelle con patate americane
  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni18 pezzi
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le ciambelle con patate americane

  • 400 gFarina 0
  • 200 mlLatte intero
  • 10 gLievito di birra fresco
  • 200 gPatate dolci (o patate comuni)
  • 80 gZucchero semolato
  • q.b.Aroma al limone (o arancia)
  • q.b.Olio di semi di arachide
  • q.b.Cannella in polvere
  • q.b.Zucchero semolato (o zucchero a velo)

Strumenti

  • Pentola
  • Schiacciapatate
  • Planetaria
  • Mattarello
  • Coppapasta
  • Padella

Preparazione per le ciambelle con patate americane

  1. Per la preparazione delle ciambelle fritte iniziate a bollire la patata dolce, se non la trovate potete sostituire con quelle comuni da cucina.
    Dopo la cottura togliete la buccia e passatela ancora calda con lo schiacciapatate.
    Lasciate intiepidire, NON deve essere CALDA a contatto col lievito.

  2. In un contenitore della planetaria o in una ciotola a mano sciogliete il lievito di birra con un poco di latte, aggiungete lo zucchero, se preferite dell’aroma a piacere (buccia di limone o arancia grattugiata) mescolate bene il tutto poi versate la patata schiacciata e il resto del latte.

  3. Lavorate ed amalgamate bene gli ingredienti, infine incorporate la farina e lavorate l’impasto a lungo, col gancio o con un mestolo a mano, fino a quando l’impasto non risulta bello liscio ed omogeneo.
    Lasciate lievitare l’impasto coperto per circa 30 minuti.

  4. Trascorsi i 30 minuti riprendete l’impasto, infarinatelo leggermente e con l’aiuto di un matterello stendetelo in una sfoglia di 2 cm scarsi. Con l’aiuto di un coppa pasta ricavate dei cerchi, con un tappo o un ditale ricavate i buchi al centro e poi trasferite le ciambelle su una teglia con carta forno spolverata di farina.

  5. Senza lavorare troppo l’impasto scartato stendetelo di nuovo, oppure lo fate riposare per attivare il glutine e ricavate altre ciambelle o forme diverse.
    Lasciate riposare le ciambelle per circa 1 ora chiuse in forno, fino a quando non raddoppiano di volume.

  6. Scaldate abbondante olio di arachide in una padella dai bordi alti, quando l’olio raggiunge la temperatura ma non troppo alta, cuocete un poco alla volta le ciambelle a fuoco basso, in modo che si cuociano anche all’interno, devono subito salire a galla e gonfiarsi, ma senza esagerare col calore o si coloreranno troppo rapidamente.

  7. Giratele durante la cottura da entrambi i lati per farle dorare, scolate e tamponate con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, poi giratele ancora calde in un mix di zucchero semolato e cannella.

  8. Ciambelle con patate americane

    Servitele ancora tiepide, son tanto buone che una tira l’altra!
    Così soffici, profumate, dorate e golose le ciambelle fritte sono perfette sia per la colazione o la merenda.
    Provate anche i bomboloni soffici 

Anna consiglia…

Le ciambelle si possono anche farcire con creme o marmellata secondo i vostri gusti.
Se volete una versione più leggera potete cuocerle in forno e verranno comunque buone e soffici.
Se vi avanzano, ma non credo, il giorno dopo basta riscaldare per qualche secondo nel microonde e ritorneranno soffici!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da annaelasuacucina

Cuoca per passione... le mie ricette dal dolce al salato sono quelle che preparo giornalmente per la mia famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.