Crea sito

Castagne con sciroppo di grappa con limone e cannella

Le castagne con sciroppo di grappa con limone e cannella sono una conserva molto golosa per avere sempre pronte in dispensa un buon vasetto da gustare fuori stagione, sono buone così da sole o per guarnire dolci e dessert.
La ricetta è molto semplice, l’unico fastidio è pulire bene le castagne anche dalle pellicine. Per preparare questi vasetti occorrono delle belle castagne di qualità, ideali da usare anche dei marroni che sono abbastanza grossi.
Si possono utilizzare sia le castagne lessate che le caldarroste, entrambi si sposano bene con lo sciroppo molto profumato di grappa con limone e cannella, che potete bere, non è molto alcoolico, e che si può utilizzare anche come bagna per dolci.
Le castagne sciroppate si conservano bene per tanti mesi, io li ho preparati già un mesetto fa e aspetto il natale per gustare in famiglia assieme ai dolci tipici natalizi e regalare per questa occasione anche qualche vasetto a qualche amica molto cara.
Se non vi piace la grappa potete utilizzare altro liquore di vostro gusto.

Castagne con sciroppo di grappa con limone e cannella
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni3 vasetti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le castagne con sciroppo di grappa con limone e cannella

Strumenti

  • Pentola
  • Teglia
  • Vasetto 3

Preparazione per le castagne con sciroppo di grappa con limone e cannella


  1. Per questa ricetta potete utilizzare sia le caldarroste cotte in padella o al forno che le castagne lessate.
    Trovate il procedimento qui per le castagne con cottura semplice al forno.

  2. Per le castagne lessate, lavate bene sotto l’acqua corrente, potete effettuare un taglio al centro del guscio oppure lessarle per intere.
    Versate in una pentola copritele con dell’acqua e portate a bollore per circa 7-10 minuti.

  3. Castagne con sciroppo di grappa con limone e cannella

    Scolate le castagne, lasciate raffreddare un pò, poi con un buon coltellino, sbucciatele, togliete il guscio e la pellicina e le parti macchiate.
    Fate lo stesso procedimento se utilizzate le castagne al forno.
    Prendete dei vasetti, devono essere sterilizzati assieme ai tappi prima tramite bollitura in acqua per circa 30 minuti.

  4. Versate le castagne nei vasetti sterilizzati, utilizzate anche le parti più piccoli poi copriteli con lo sciroppo alla grappa con limone e cannella.
    Chiudete bene i tappi ermeticamente e poi sterilizzate ancora per creare il sottovuoto.

  5. Adagiate i vasetti in una pentola, coprite con acqua calda e portate a bollore per circa 10 minuti.
    Lasciate raffreddare i vasetti, poi datate e conservate in dispensa.
    Lasciate riposare 2 settimane prima di utilizzarli, così si impregnano meglio e saranno più profumati.
    Dopo un pò di tempo le castagne cambiano colore assumono un colore ambrato.

  6. castagne allo sciroppo

Consigli e varianti

Potete utilizzare sia le castagne lessate che al forno.
Scegliete delle belle castagne grosse oppure dei marroni.
Lo sciroppo può essere aromatizzato anche con scorze di arancia e sostituire la grappa con rum, cognac o brandy.
Le castagne si conservano oltre i sei mesi

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da annaelasuacucina

Cuoca per passione... le mie ricette dal dolce al salato sono quelle che preparo giornalmente per la mia famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.