TRECCINE MORBIDISSIME ALLO YOGURT

Le treccine morbidissime allo yogurt sono delle brioches con l’aggiunta di yogurt nell’ impasto che le rende morbidissime. Ideali per la colazione o la merenda, da farcire con crema, cioccolato spalmabile, confetture o marmellate. Nella ricetta trovate le istruzioni per prepararle con lievito di birra o lievito madre. Qui trovate anche delle classiche briochine , sempre morbidissime20150915_17062520150915_17031220150915_17024620150915_17072820150915_170304Ingredienti

  • 300 g di farina manitoba (15 g di proteine)
  • 150 g di farina 0 (11 g di proteine)
  • 70 g di zucchero
  • 100 g di latte (60 g se si utilizza licoli)
  • 125 g di yogurt  (o kefir*)
  • 1 uovo intero (50g)
  • 50 g di burro a pomata
  • 120 g di lievito madre solido o 80g di licoli o 5 g di lievito di birra disidratato o 12 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di pasta di arance o la buccia grattugiata di 1 arancia biologica
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o i semi di mezza bacca
  • 1 cucchiainodi malto d’orzo( se siuilizza lievito madre)
  • 1 g di sale

*io utilzzao kefir filtrato per circa 2 ore con un fazzoletto in modo da ottenere una consistenza simile ad un comune yogurt, ovviamente il peso è quello dopo il filtraggio

Procedimento

Se utilizzate lievito madre rinfreschiamolo, e aspettiamo che triplichi di volume, ci vorranno 3-4 oreCollagea mano
Prendete una ciotola versateci il latte tenendone da parte un pochino dove scioglierete il sale, lo yogurt spezzettatevi dentro il lievito madre, lo zucchero e il malto e far sciogliere mescolando. Disponete le farine setacciate insieme a fontana su di una spianatoia (o in una ciotola capiente ) , formare un buco al centro e inserire il composto di latte e lievito quando sarà incorporato aggiungere il burro a pomata e amalgamare, poi l’uovo sbattuto e poi aggiungere, la vaniglia e la buccia di arancia o la pasta di arancia il composto di latte e sale e impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

con il bimby
Nel boccale inserire nell’ordine il latte, lo zucchero,il malto d’orzo, lo yogurt, la farina, il lievito a pezzetti, la vaniglia e la buccia di arancia o la pasta di arancia . Avviate 3 minuti velocità spiga, dopo 1 minuto aggiungere dal foro e un pò alla volta il burro a pomata, dopo l’uovo leggermente sbattuto e poi il composto di latte e sale, lasciate riposare 1 minuto e avviate ancora 3 minuti velocità spiga .

con la planetaria
Inserire il latte, tenendone da parte un pochino dove scioglierete il sale, e lo yogurt nel boccale della planetaria20150915_074011aggiungete il lievito (solido a pezzetti), e il malto d’orzo  se state utilizzando lievito madre 20150503_160255avviate la planetaria facendo amalgamare il tutto e facendo formare una schiumetta20150531_123953aggiungere le  farine setacciate e avviare la planetaria a bassa velocità20150716_144330quando l’impasto inizia a compattarsi aggiungete lo zucchero20150716_144501quando lo zucchero è incorporato all’impasto sempre  con la planetaria in  movimento aggiungete l’estratto di vaniglia20150915_075227 aggiungere la pasta di arancia o la buccia grattugiata di un’arancia20150915_075536poi aggiungete  l’uovo sbattuto in due riprese aspettando che la prima aggiunta si sia incorporata20150528_112904quando l’uovo è tutto incorporato aggiungete il burro a pomata ( burro della consistenza di una pomata, s ottiene tenendolo a temperatura ambiente per qualche ora o passato al microonde per quache secondo)sempre in più riprese20150915_074755aggiungete il composto di latte e sale20150915_075834fate andare la planetaria fino a quando l’impasto sarà incordato ossia fino a quando non si staccherà dalle pareti della ciotola e si arrotolerà intorno al gancio20150915_082457e tirando l’impasto, esso si estenderà formando un velo20150915_082641Trasferiamo l’ impasto sulla spianatoia e lasciamolo puntare* all’aria per 25-30 minuti ( se è caldo bastano 15-20 minuti)

*La puntatura consiste in un riposo della massa su un piano di lavoro all’aria, che va dai 15 minuti per impasti semplici, fino a 1 ora per quelli complessi come i grandi lievitati, durante questa fase, il glutine che è stato sollecitato a formarsi con l’impastamento, si consolida, e la fermentazione alcolica si attiva. Dalla durata della puntatura dipende anche l’ampiezza degli alveoli, in quanto un glutine sviluppato ha una maggiore capacità meccanica di sopportare la spinta dell’anidride carbonica.20150915_083032Trascorso il tempo della puntatura facciamo un giro di pieghe a 3 come queste qui sottop.txt20150915_085430Giriamo e arrotondiamo l’ impasto con il metodo della pirlatura*,

*La pirlatura consiste nel far effettuare alla massa , un  movimento rotatorio su se stessa con contestuale strofinamento sul piano.20150915_085548

riponiamolo in una ciotola20150915_085640copriamo e lasciare lievitare fino al raddoppio se avete usato lievito di birra impiegherà 1ora e mezza 2 ore a seconda della temperatura ambiente . Se invece avete usato il lievito madre impiegherà 3-4 ore ad una temperatura di 26-28° se è molto caldo meno (se volete potete anche riporre l’impasto in frigo dopo averlo lasciato 1 ora a temperatura ambiente. Lasciatelo in frigo per 10-12 ore circa e poi riprenderlo e  lasciarlo raddoppiare a temperatura ambiente ovviamente in questo caso impiegherà piu tempo a raddoppiare, prima dovrà riacclimatarsi e poi inizierà a lievitare).20150915_110934quando l’impasto sarà raddoppiato trasferiamolo sulla spianatoia leggermente infarinata20150915_111608dividiamo l’impasto in 10 parti del peso di circa 90 g l’una (il peso varierà a seconda se avete usato lieito madre o lievito di birra)20150915_111752stendiamo ogni pezzo e formiamo un rettangolo20150915_112350poi arrotoliamolo su se stesso per formare un salsicciotto20150915_112409e ruotiamolo sul piano per chiuderlo bene ed allungarlo20150915_112439intrecciamo20150915_11332220150915_113746richiudiamo bene le estremità schiacciandole bene fra di loro, altrimenti si apriranno. per farle aderire e rigiriamole verso il basso ossia verso la parte della treccina che andrà sotto, 20150915_112504riponetele su una teglia rivestita da carta da forno ben distanziate20150915_113824copriamole con della pellicola e lasciamole raddoppiare20150915_114013se avete usato il lievito di birra impiegheranno circa 2 ore se avete usato il lievito madre impiegheranno 3-4 ore ad una temperatura di 26-28°20150915_125444spennellare la superficie con del latte, io lo preferisco al tuorlo d’uovo del quale rimane un forte odore anche dopo la cottura20150915_131342infornate a 180° in forno già caldo per 16-18 minuti circa. 20150915_133533Poi sfornate e lasciate raffreddare su una gratella20150915_133802quando saranno fredde spolveratele con zucchero avelo se volete20150915_17021820150915_170246 20150915_171028 20150915_170312 20150915_170705guardate quanto sono morbide

le treccine morbidissime allo yogurt si conservano per una settimana chiuse in un sacchetto di plastica per alimenti o in un contenitore per dolci20150915_181000Se vi è piaciuta questa ricetta vi invito a diventare fan della mia pagina facebook per non perdere tutte le novità. Cliccate su questo  link https://www.facebook.com/pages/Anna-Creazioni-in-Cucina/853960844631247  o sul badge qui sotto e se voleteve iscrivetevi al mio gruppo facebook Anna Creazioni in Cucina -Le ricette-

Con questa ricetta partecipo a #34panissimo, la raccolta mensile di lievitati dolci e salati dall’Italia e dal mondo, di Sandra e Barbaraospitata per il mese di Ottobre dal blog I pasticci di Terry

nuovo-italia-750

8 Risposte a “TRECCINE MORBIDISSIME ALLO YOGURT”

    1. Grazie Loredana per aver provato la mia ricetta, sono contenta ti siano piaciute. Passo volentieri a trovarti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.