Crea sito

PIADINE SFOGLIATE CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE

Se si ha il lievito madre spesso ci si ritrova con dell’ esubero, ossia quella parte di lievito non rinfrescata e poco attiva, un modo gustoso per poter utilizzare l’esubero è quello di preparare delle ottime piadine sfogliate con esubero di lievito madre, da mangiare farcite secondo i propri gusti, o da servire come sostituto del pane. La preparazione delle piadine sfogliate con esubero di lievito madre è facile e veloce, non richiede lutilizzo di strutto e non necessita di lievitazione.
Non perderti la ricetta delle PIZZETTE LAMPO SENZA LIEVITAZIONE e dei TARALLINI CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE
E se non vuoi perdere le nuove ricette ricorda di seguirmi anche su INSTAGRAM e su FACEBOOK . Ti aspetto !!

piadine sfogliate con esubero di lievito madre
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni8 piadine
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gdi farina 0 (o 350 g di farina 0 e 150g di farina integrale o 1)
  • 130 gdi esubero di lievito madre solido o 130 g di esubero di licoli
  • 100 gdi latte (o stessa quantità di acqua)
  • 135 gdi acqua (70 g se si utilizza licoli)
  • 25 gdi olio extravergine di oliva
  • 8 gdi sale fino
  • 1/2 cucchiainodi bicarbonato di sodio (solo se l’esubero è molto vecchio e acido)
  • Olio extravergine di oliva quanto basta per sfogliare

Preparazione piadine sfogliate all’olio con esubero di lievito madre

  1. a mano

    Prendete una ciotola versateci l’acqua e il latte tenendone da parte un pochino dove scioglierete il sale, spezzettatevi dentro il lievito, far sciogliere mescolando. Disponete la farina a fontana su di una spianatoia (o in una ciotola capiente ), formare un buco al centro aggiungere il bicarbonato se necessario e inserire il composto di acqua, latte e lievito, quando sarà incorporato aggiungere l’olio e amalgamare, poi aggiungere il composto di latte e sale e impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

  2. Con il bimby

    Nel boccale inserite nell’ordine l’acqua, il latte, l’olio, il lievito a pezzetti e la farina, in ultimo il sale e il bicarbonato di sodio se necessario. Avviate 3 minuti velocità spiga.

  3. con la planetaria

    Inserite il lievito madre (solido a pezzetti) poi aggiungete l’acqua e il latte, avviate la planetaria a bassa velocità facendo amalgamare il tutto e facendo formare una schiumetta

  4. aggiungete la farina e il sale e avviate a bassa velocità,

  5. Con la planetaria in movimento aggiungete l’ olio a filo, lasciate andare per qualche minuto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo

  6. Trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata, arrotondatelo leggermente per avere una forma regolare e poi dividetelo in 8 pezzi del peso di circa 100-110 g l’uno

  7. Arrotondate ogni pezzetto, coprite e lasciate riposare per 30-40 minuti circa

Primo metodo di sfogliatura

  1. Con l’aiuto di un mattarello stendete ogni pezzo, formando un disco molto sottile (foto1), con un pennello stendete sulla superficie dell’olio extravergine di oliva, lasciando uno dei bordi senza olio (foto2), quindi arrotolate su se stesso il disco (foto3) e formate un salsicciotto facendo in modo che il bordo senza olio aderisca bene (foto4)

  2. piadine

    arrotolare su se stesso ogni salsicciotto formando una chiocciola e tenendo la chiusura del salsicciotto al centro

  3. Lasciate riposare le chiocciole ottenute in un contenitore coperte per 30-40 minuti a temperatura ambiente. Potete conservarle per qualche giorno in frigo in un contenitore chiuso e poi cucinarle successivamente.

Secondo metodo di sfogliatura

  1. Stendete l’impasto in una sfoglia rettangolare spessa 4-5 mm (foto 1); stendete su tutta la superficie dell’olio extravergine di oliva con un pennello (foto2) lasciate un centimetro di uno dei lati piu lunghi senza olio; arrotolate l’impasto su se stesso dal lato largo e partendo dal lato oleato (foto3); arrotolate tutto l’impasto fino a formare un salsicciotto (foto4), fate aderire il bordo senza olio premendolo leggermente.

  2. con l’aiuto di un tarocco o di un coltello tagliate il salsicciotto ottenuto in 8 parti (foto1) del peso di 100-110 g l’uno; otterrete cosi dei rotolini (foto2); richiudete i bordi di ogni rotolino tirando i bordi e richiudendoli sul retro (foto3); fate aderire bene l’impasto schiacciando bene in modo che l’olio non fuoriesca (foto4)

  3. quando è ben chiuso rigirate e arrotondate ogni pezzo, lasciate riposare le palline ottenute in un contenitore coperte per 30-40 minuti a temperatura ambiente. Potete conservare le palline ottenute per qualche giorno in frigo in un contenitore chiuso e poi cucinarle successivamente.

Cottura piadine

  1. piadine sfogliate con esubero di lievito madre

    Una volta trascorso il tempo di riposo, qualsiasi sia il metodo di sfogliatura utilizzato, lasciate arroventare una padella antiaderente o l’apposita pentola per cuocere le piadine. Ovviamente se volete potete anche saltare la sfogliatura e realizzare delle classiche piadine che gonfieranno ugualmente e saranno altrettanto morbide formando direttamente delle palline. Stendete ogni chiocciola o ogni pallina il più sottile possibile aiutandovi con della farina se necessario

  2. piadine sfogliate con esubero di lievito madre

    trasferite la piadina nella padella arroventata, cuocete a fuoco lento per 1-2 minuti massimo, poi rigirate e fate andare ancora per 1-2 minuti sempre a fuoco basso anche dallaltro lato, non cuocetele eccessivamente altrimenti diventeranno croccanti.

  3. Man mano che cuocete le piadine trasferitele in un piatto impilandole l’una sull’altra in questo modo, resteranno belle morbide. Le piadine sono pronte per essere farcite a vostro piacimento e gustate. Ve le potete anche preparare in anticipo ed una volta fredde potete conservarle in frigorifero chiuse in un sacchetto, quando volete mangiarle basterà riscaldarle su di una padella arroventata da entrambi i lati e poi farcirle.

piadine sfogliate con esubero di lievito madre

piadine sfogliate con esubero di lievito madre

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “PIADINE SFOGLIATE CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE”

  1. anna, queste piadine non si sfogliano… e in ogni caso la piadina sfogliata si chiama crostolo ed è di origine di Piandimeleto in provincia di pesaro.
    La sfoglia va fatta più bassa… e manca l’uovo!

    1. Beh ma di certo non le ho spacciate per le piadine di cui parla, ma mi sono ispirata alle piadine romagnole,e poi sono fatte per smaltire l’esubero di lievito madre. Questo appunto me lo poteva fare se avessi fatto le piadine di cui parla lei, lo terrò presente nel caso volessi farle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.