Crea sito

PANE FACILE

Il pane facile è un pane che non richiede troppo impegno, si impasta velocemente anche a mano ed è una ricetta facile e alla portata di tutti. Il pane facile si può preparare con qualsiasi tipo di farina avete in dispensa, se ne avete di diverse potete anche miscelarle fra loro. QUI altre ricette di pane

pane facile
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni6-8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gdi farina (00, 0, 1, o un mix di farine)
  • 300 gdi acqua (320g se utilizzate solo farina di tipo 1; 250 g se utilizzate li.co.li)
  • 6 gdi lievito di birra fresco o 3 g di lieviro di birra disidratato o 150 g di lievito madre o 100 g di li.co.li.
  • 10 gdi sale fino

Preparazione pane facile

  1. lievito madre

    Se volete utilizzare il lievito madre rinfrescatelo e aspettate che triplichi di volume, ci vorranno 3-4 ore. Se utilizzate il lievito madre aggiungete all’impasto anche 1 cucchiaino di malto d’orzo.

  2. a mano

    Prendete una ciotola versateci l’acqua  tenendone da parte un pochino dove scioglierete il sale, sbriciolatevi dentro il lievito di birra o il lievito madre o il licoli e far sciogliere mescolando. Disponete la farina a fontana su di una spianatoia (o in una ciotola capiente ) , formare un buco al centro e inserire il composto di acqua e lievito quando sarà incorporato aggiungere il composto di acqua e sale e impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

  3. con il bimby

    Nel boccale inserire nell’ordine l’acqua, il lievito madre o di birra, la farina e in ultimo il sale. Avviate 3 minuti velocità spiga.

  4. impasto pizza con 1 g di lievito

    con la planetaria

    Inserire nella ciotola  l’acqua tenendone da parte un pochino dove scioglierete il sale, il lievito di birra o lievito madre (e 1 cucchiaino di malto se utilizzate il lievito madre)

  5. impasto pizza con 1 g di lievito

    aggiungete la farina o il mix di farine scelte, io ho utilizzato 250 g di farina di tipo 0 e 250 g di farina di tipo1

  6. impasto pizza con 1 g di lievito

    avviare a bassa velocità e quando il composto si sarà amalgamato aggiungete il composto di acqua e sale, e lasciatre andare fino ad incordatura ossia fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti della ciotola e si avvolgerà intorno al gancio

  7. impasto pizza con 1 g di lievito

    A questo punto ribaltiamo l’impasto sulla spianatoia e lasciatelo puntare* all’aria per 15 minuti potete lasciarlo anche nella ciotola della planetaria

    *La puntatura consiste in un riposo della massa su un piano di lavoro all’aria, che va dai 15 minuti per impasti semplici, fino a 1 ora per quelli complessi come i grandi lievitati, durante questa fase, il glutine che è stato sollecitato a formarsi con l’impastamento, si consolida, e la fermentazione alcolica si attiva. Dalla durata della puntatura dipende anche l’ampiezza degli alveoli, in quanto un glutine sviluppato ha una maggiore capacità meccanica di sopportare la spinta dell’anidride carbonica.

  8. impasto pizza con 1 g di lievito

    Passato questo tempo  fate un giro di pieghe a 3 per sapere di più sulle pieghe a 3 e a cosa servono cliccate QUI

  9. impasto pizza con 1 g di lievito

    Poi arrotondate l’impasto con il metodo della pirlatura* e riponetelo in una ciotola

    *La pirlatura si effettua dopo la puntatura e consiste nel far effettuare alla massa già divisa in panetti, un  movimento rotatorio su se stessa con contestuale strofinamento sul piano.

  10. coprite e lasciate raddoppiare l’impasto. Se avete usato lievito di birra impiegherà 1 ora e mezza 2 ore a seconda della temperatura ambiente. Se invece avete usato il lievito madre impiegherà 4-5 ore.

    Io dopo 15 minuti ho riposto l’impasto in frigo a maturare per una notte, quindi 8-10 ore, essendo l’impasto stato riposto in frigo ha impiegato 1 ora in più a lievitare,perchè freddo

    *La maturazione in frigo è una serie di processi che permette alle strutture più complesse presenti nell’impasto come proteine, amidi, grassi di scomporsi progressivamente in elementi più semplici. Questo processo, crea carburante per i lieviti ,attraverso la decomposizione degli amidi, i lieviti infatti hanno bisogno di zuccheri semplici per il proprio metabolismo. Questi processi indeboliscono la struttura dell’impasto rendendolo meno tenace, più estensibile e più facilmente digeribile.

  11. Una volta che l’impasto è raddoppiato, trasferitelo su una spianatoia infarinata e fate delle pieghe a fazzoletto :stendete l’impasto formando un quadrato

  12. ripiegate un angolo verso il centro

  13. ripiegate anche gli altri angoli verso il centro

  14. ripiegate nuovamente ogni angolo verso il centro

  15. Rigirate il panetto, arrotondatelo e spolveratelo con semola rimacinata di grano duro massaggiandola sulla superficie delicatamente per farla aderire, spolverate abbondantemente anche il cestino da lievitazione o una ciotola o uno scolapasta coperti con un canovaccio, con abbondante semola rimacinata o farina,

  16. Trasferite il panetto nel cestino da lievitazione ben infarinato posizionando la chiusura verso l’alto

  17. Coprite con un canovaccio e lasciate raddoppiare, impiegherà 5-6 ore circa con lievito madre, ma il tempo di lievitazione dipende dalla forza del vostro lievito madre e dalla temperatura ambiente e circa 2 ore se avete utilizzato lievito di birra

  18. Quando l’impasto sarà raddoppiato, se utilizzerete una pietra refrattaria per la cottura fatela riscaldare mettendola sul ripiano più alto sotto il grill e accendete il forno alla massima potenza, se non utilizzate la pietra mettete una teglia o la leccarda del forno a riscaldare.

    Spolverate la superficie del pane con semola rimacinata o farina

  19. Quando il forno è caldo ribaltate il pane con un movimento deciso sulla pietra refrattaria (che avrete spostato più in basso), o sulla teglia rovente e fate dei tagli sulla superficie profondi 1,5 cm circa con una lametta o un coltello molto affilato, va bene anche una croce

  20. aggiungete un pentolino con acqua bollente o se avete un forno a vapore attivate la funzione vapore; cuocete per 20 minuti alla massima potenza

  21. trascorsi 20 minuti, abbassate la temperatura a 220 °C e rimuovete il pentolino con l’acqua, utilizzato per fare vapore e cuocete ancora 20 minuti

  22. trascorsi i 20 minuti, abbassate ancora il forno a 200 °C e posizionate il manico di un cucchiaio di legno nello sportello del forno per tenerlo socchiuso, cuocendo con spiffero, in questo modo il vapore presente nel forno fuoriuscirà e otterrete una crosta più spessa e più croccante; se volete invece una crosta meno spesso cuocete senza spiffero;  proseguite ancora di 20 minuti la cottura per un totale complessivo di 60 minuti

  23. pane facile

    quando il pane facile è cotto trasferitelo su una gratella e fatelo raffreddare

  24. Una volta raffreddato servite il pane facile

pane facile

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.