Teff, Quinoa, Amaranto

Teff, Quinoa, Amaranto, non solo grano potremmo dire, si sente spesso e volentieri parlare di grano riso mais, i vecchi cari cereali di sempre, e se volessimo cambiare un po?

Quelle che vi propongo oggi sono tre ottime alternative, la quinoa l’ho già provata in polpetta, oggi mi limito a darvi qualche indicazione per vedere poi se gradirete preparare qualcosa con uno di questi che vi ho nominato.

Vi lascio, per il momento,  il link delle Polpette di quinoa senza uovo, se mai vi interessasse potrete trovare la ricetta cliccandolo.

Teff, Quinoa, Amaranto
Teff, Quinoa, Amaranto

 

Teff, Quinoa, Amaranto

Ma veniamo al Teff, è molto diffuso nel Nord Africa, ricco in particolare modo di fibre, calcio ( per ogni 100 grammi 160 mg ), ricco di ferro, magnesio, potassio e proteine.

Non ha glutine, ideale per chi purtroppo è intollerante , di facile digestione, ideale per diabetici e celiaci.

E’ sotto forma di farina, almeno quello da acquistare, vi si può preparare il pane, ma ottimo anche al naturale, lo si può passare in padella con acqua e verdure.

Qualche ricettina, prometto, più avanti la posterò

Due parole alla ben più conosciuta Quinoa per la quale più sopra vi ho invece lasciato una ricetta.

E’ ricca di vitamine, potassio, fibre e proteine, è un alimento toccasana per prevenire l’ulcera, patologie cardiovascolari ed ipertensione. Può sostituire il riso, è una valida alleata del sistema muscolare e dell’intestino, non è comunque a tutti gli effetti un cereale non essendo una graminacea ma appartenendo alla famiglia delle Chenopodiaceae.

E passiamo infine all’ Amaranto che bel nome e ce bel colore vero? Le civiltà precolombiane ne erano delle forti consumatrici, si tratta di una pianta molto resistente, non ci sono particolari difficoltà nella sua coltivazione, è fondamentale per l’organismo, è una fonte di ferro, di proteine e fibre. Non ha grassi saturi, povero di sodio, è consigliato nelle diete e per la stitichezza. Lo si utilizza per la preparazione di minestre, insalate e sformati.

Anche per questo, cercherò quanto prima di presentarvi qualcosa di interessante!

Alla prossima!

 
Precedente Cipolle bianche al microonde Successivo Torta mele pinoli ed uvetta

Lascia un commento

*