Stinco di prosciutto al tegame

Stinco di prosciutto al tegame, lo stinco di prosciutto Negroni l’avete mai fatto?

Provatelo, soprattutto perché è buono, saporito e soprattutto se andate di fretta

e non sapete cosa fare per cena o da improvvisare se vi arriva qualche amico.

Quando inizia questa stagione io me ne tengo sempre qualche confezione in casa, si fa in fretta, anche se poi oltre alle dritte che si possono trovare sulla confezione,

ci si aggiunge qualcosa di nostro, a seconda di ciò che abbiamo in casa, dei gusti, della propria fantasia.

Vi consiglio di tenervene più di una, non fa molta parte, se consideriamo l’osso.

Due parole vanno spese su questo prodotto: il marchio Negroni è indubbiamente sinonimo di qualità nella produzione dei salumi in genere, a partire dal 1900.

In tutte le sue produzioni c’è tradizione ed innovazione, tecnologie innovative sicuramente ma nel rispetto sempre e comunque della tradizione.

La materia prima usata è di alta qualità e finemente selezionata, la carne viene massaggiata delicatamente con sale e spezie, importante non c’è aggiunta di conservanti.

Indubbiamente lo stinco fa ” festa” , lo vediamo spesso e volentieri nei periodi festivi sulle tavole natalizie, ma troppo buono per non prepararlo in ogni periodo dell’anno, specialmente nella stagione più fredda.

Riscalda in tutti i sensi, e da noi rallegra anche, accompagnato poi dal contorno preferito.

Io ci vedo molto bene una bella purea di patate, patate arrosto, o come oggi con un semplice sughetto di pomodoro.

Stinco di prosciutto al tegame
Stinco di prosciutto al tegame

Stinco di prosciutto al tegame

INGREDIENTI

1 stinco di prosciutto Negroni

( 600 grammi )

2 cucchiai di misto verdure surgelate

( sedano carota cipolla )

3 o 4 pomodori , lavati e a pezzetti

1 bicchiere di vino bianco secco

PROCEDIMENTO

  • In una casseruola antiaderente fare ammorbidire le verdure in un goccio d’olio
  • Unire lo stinco, e farlo insaporire, senza salare, è già saporito di suo
  • Sfumare con il vino bianco, fare evaporare, e portare lentamente a cottura, allungando solo se necessario dell’acqua calda.
  • Quasi a fine cottura unire i pomodori spezzettati
  • Sarà pronto quando vedrete la carne quasi staccarsi dall’osso e bella morbida
  • Servire, caldissimo, con il suo sughetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.