Scaloppine di costolette alle cipolle

Le scaloppine di costolette alle cipolle è un gustoso secondo piatto di carne,

in questo caso costolette di agnello, anche in vista dell’imminente SS. Pasqua sono proprio a tema.

Lo so che gli animalisti mi guarderanno storto, da noi anche per Natale usa preparare tra i vari piatti questa carne, col passare del tempo con le nuove tendenze si perde un po’ la voglia di cucinarlo.

Se vogliamo andare nello specifico, bisognerebbe votarci tutti alla cucina vegetariana

o addirittura vegana, questo articolo prendetelo come un semplice articolo di cucina.

L’agnello è un alimento animale, con alto valore biologico e di vitamine del gruppo B, ha una carne gradita a molti, anche se con un gusto più intenso di quella bovina e di maiale.

Può essere classificata tra le carni magre, naturalmente togliendone il grasso.

Nei suoi pezzi magri c è sempre più grasso comunque che nel petto di pollo o di tacchino, anche se di poco.

Dobbiamo considerare però che di per sé le ricette che prevedono l’uso di questa carne non sono mai dietetiche, eccezione fatta per le costolette alla griglia,

le preparazioni più grasse sono quelle ovviamente in cui c’è impanatura e frittura, agnello in fricassea…

L’apporto di colesterolo non è particolarmente più elevato rispetto a quello delle altre carni, non sono presenti carboidrati e fibre.

Con questo piatto avrete secondo e contorno insieme, pomodoro e dolci cipolle di Tropea

Scaloppine di costolette alle cipolle
Scaloppine di costolette alle cipolle

Scaloppine di costolette alle cipolle

INGREDIENTI

1 o 2 costolette di agnello a persona

( io le ho lavate, leggermente appiattite tra pellicola da cucina per non romperne le fibre , e lasciate ad insaporire in un goccio di aceto di mele, quindi asciugate con carne da cucina )

olio per frittura

prezzemolo ed aglio tritato, anche surgelato

1 pomodoro, 1 cipolla di Tropea lavati e puliti, a persona

( potete tagliare a rondelle sottili e a fettine cipolle e pomodori lavati e puliti e passarli con un filo d’olio extra vergine d’oliva, un goccio di acqua, al microonde alla massima potenza per 5 minuti, quindi rigirate salate e fate andare ancora per il tempo necessario a che le verdure si siano ammorbidite, oppure cuocetele normalmente in padella)

1 bicchiere scarso di vino bianco

PROCEDIMENTO

  • In un piatto versare la farina con il prezzemolo tritato,
  • farvi aderire bene le costolette leggermente salate, in una capiente casseruola friggerle in olio bollente prima da una parte, girare, sfumare con il vino, fare evaporare e continuare la cottura dall’altra
  • Unire il sugo di cipolla già preparato, e fare insporire con le costolette nella stessa casseruola, servire calde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.