Risotto alla Primogenita

Il risotto alla Primogenita è un primo piatto decisamente importante e profumato. Il risotto alla Primogenita è tipico della cucina Piacentina ( Emiliana ) della mia città insomma, la ricetta che oggi vi propongo è presa direttamente da Artocchini ( 400 ricette della cucina Piacentina)

Il giallo dello zafferano ed il contrasto del sugo conferiscono  a questo piatto con zafferano e ragù un insieme di colori belli da vedere e un insieme di sapori ottimi da gustare.

Vista la varietà degli ingredienti potrebbe essere considerato anche piatto unico. Il risotto alla Primogenita è ottimo per una giornata di festa o per un invito a pranzo, lo si gradisce comunque sempre, anche se diciamolo un po’ impegnativo lo è, sia come preparazione che come portata di ingredienti.

Questo risotto, infatti, non si fa proprio mancare nulla, carne di tre tipi diversi, funghi, prosciutto, in un insieme comunque di sapori che dà a questa preparazione un gusto veramente particolare.

Vale la pena perderci un po’ di tempo nel cucinare il risotto alla Primogenita, e stare a tavola tranquilli per gustarselo in tutta la sua completezza e bontà.

 

Risotto alla Primogenita

Risotto alla Primogenita

 

INGREDIENTI  (per 4 persone)

per il RAGU’

100 grammi di burro

100 grammi di manzo

100 grammi di vitello

50 grammi di maiale

50 grammi di funghi secchi

( ammollati in acqua tiepida )

1 fetta di prosciutto crudo tritato

brodo di carne

1 carota

1 gambo di sedano

1 cipolla

4 pomodori maturi e sbollentati

sale

PROCEDIMENTO

Far rosolare nel burro la cipolla la carota il sedano, tagliati a rondelle

unire le carni macinate, il prosciutto, ed un mestolo di brodo, lasciare rosolare

aggiungere i pomodori spezzettati , aggiustare di sale, unire i funghi

portare a cottura lentamente, aggiungendo il brodo caldo poco per volta.

 

INGREDIENTI  ( per 4 persone)

per il Risotto

100 grammi di riso, per risotti, a persona

100 grammi di burro

brodo di carne

1 bustina di zafferano sciolta nel brodo

formaggio grana

PROCEDIMENTO

In una casseruola far sciogliere il burro a fiamma bassa,

unire il riso, mescolare  aggiungendo il brodo bollente poco alla volta,

circa a metà cottura aggiungere lo zafferano sciolto in poco brodo

e portare piano piano a cottura, sempre allungando con il brodo.

PRESENTAZIONE

Impiattare facendo uno strato di riso farcito col ragù e grana

ricoperto con l’altra metà di riso  ragù e grana, un risotto a strati insomma!

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Arrosto di pollo alle verdure Successivo Pasta al ragù di porro e salsiccia

Lascia un commento