Qualche idea con le uova sode e non solo

Qualche idea con le uova sode e non solo l’idea di scrivere qualche riga su questo alimento che spesso e volentieri usiamo in cucina ( ovvio non si parla qui di chi proprio non le sopporta, o non le tollera ) sotto vari aspetti e nelle più svariate preparazioni mi è venuta per il periodo in cui ci stiamo avvicinando il periodo Pasquale appunto.

Qualche idea con le uova sode e non solo

Qualche idea con le uova sode e non solo

Durante la Pasqua l’uovo va alla grande, negli sformati torte salate, nei dolci, ripiene negli antipasti, su tartine…io in questo periodo e fuori questo periodo uso spesso e volentieri quelle di QUAGLIA piccole deliziose belle da vedere, scenografiche e coreografiche per una preparazione di effetto, ma soprattutto delicate leggere digeribilissime, adatte ai più piccoli.

Considerate la parte che fanno, con cinque di quelle ne avrete mangiato praticamente uno di gallina. Si prestano così piccole a versatili decorazioni abbinate ad altri componenti, in un piatto unico che mette gioia e allegria. E poi sono veramente buone, hanno veramente e qui mi ripeto un gusto più delicato fine quasi raffinato. Potrei dire che sono delle uova ” signorili”.

Le uova in genere hanno un alto valore nutritivo, ricche di vitamine_importante la D per fissare il calcio alle ossa_ di sali minerali vedi il fosforo, ferro e zinco e grassi per un buon mantenimento dellal elasticità delle arterie.

Modo migliore per consumarlo sarebbe alla coque, e non più di 3 o 4 a settimana. Le uova più fresche in commercio sono quelle denominate “extra” o “extra” fresche, ma sono valide e possono essere consumate anche dopo ventotto giorni dalla data della loro deposizione mantenute naturalmente in frigo.

Il tuorlo è più proteico e calorico, viceversa l’albume. Facilmente digeribile se cucinato alla coque od affogato, per quello sodo ci vogliono circa tre ore al confronto di una del primo. Paura per il colesterolo? mangiamo solo l’albume anche se bisognerebbe sfatare l’idea che proprio l’uovo contribuisca da solo o in gran parte al suo aumento.

Le uova non sono indicate per chi soffre di colecistite e di calcoli biliari, potrebbero favorire il movimento degli stessi e portando a delle vere coliche. Come abbiamo detto l’uovo sodo è meno digeribile e comunque non facciamolo mai cuocere oltre i dieci minuti ( otto sono più che sufficienti )

Dopo questa digressione, vi lascio più sotto ad una piccola raccolta di ricette con le uova, chi ne volesse sapere di più può sempre, nell’apposita sezione “cerca” , CLICCARE UOVA  o frittata un suo derivato, e  troverà magari quello che appunto sta cercando. 

A questo proposito, vi rimando a questo link

Frittata di soli albumi e zucchine stufate

Uova ripiene, di Pasqua

Uova ripiene, di Pasqua

Le uova ripiene, di Pasqua, possono essere un divertente quanto semplice antipasto Pasquale, tutti ormai sappiamo che non c’è Pasqua… Continua
Precedente Riso con zucchine ceci e zafferano al micro Successivo Trippa al sugo al microonde

Lascia un commento