Crea sito

Polpette di lenticchie al basilico

Polpette di lenticchie al basilico, tempo di feste, tempo del Natale ma tempo soprattutto del Capodanno.

Tutti sappiamo come per tradizione le lenticchie vadano mangiate la sera del 31 perché portino bene per tutto l’anno nuovo.

Questa usanza deriva dalla tradizione romana per cui si regalava la “scarsella” una borsa di pelle che veniva usata per tenere il denaro, con dentro delle lenticchie e la speranza che si trasformassero in denari.

A prescindere da queste credenze le lenticchie sono buone

e da consumarsi anche in altri periodi, soprattutto quando inizia il freddo.

Le lenticchie sono di facile conservazione , meglio usare ovviamente quelle secche che quelle in scatola, con maggiori principi nutritivi e senza conservanti.

Non facciamoci spaventare dalla preparazione di quelle secche,

non è un’impresa così ardua, credetemi.

Sarà sufficiente tenerle in ammollo per minimo 4 ore, aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato per ogni litro d’acqua,

evitando così che si formi una pellicola sulla superficie dei legumi rendendoli poco gradevoli.

Per la cottura vanno ricoperte d’acqua completamente, preferendo una cottura lenta per circa 30 minuti, in modo che non vadano perse vitamine e sali minerali.

Quelle che ho usato oggi non richiedevano ammollo, andavano solo risciacquate sotto l’acqua fredda, messe in una casseruola in acqua fredda ed a inizio bollore, farle cuocere per 20/25 minuti

Se userete queste che non richiedono l’ammollo, troverete comunque le istruzioni sulla confezione.

Polpette di lenticchie al basilico
Polpette di lenticchie al basilico

Polpette di lenticchie al basilico

INGREDIENTI

per più di 15 polpette

140 grammi di lenticchie

100 grammi di formaggio grana, grattugiato

2 piccole patate lessate e ridotte a purea

un cucchiaio di misto verdura surgelato ( sedano carota cipolla )

2 uova

sale

olio extra vergine d’oliva

pane grattugiato, quanto basta

basilico, anche surgelato

PROCEDIMENTO

  • Fare cuocere, con il misto verdure; le lenticchie
  • Scolarle e lasciarle raffreddare
  • Passare al passaverdura lenticchie e patate, riunire il composto in una terrina dove avrete sbattuto le 2 uova con un pizzico di sale ed il grana grattugiato, mescolare il tutto aggiungendo basilico anche surgelato
  • Se il composto dovesse risultare poco lavorabile, aggiungere poco pane grattugiato, devono essere morbide ma compatte
  • Formare con le mani delle piccole polpette che rotolerete nel pane grattato, friggere nell’olio bollente e fare perdere l’eventuale unto in eccesso adagiandole su carta da cucina

Ottime come secondo alternativo a carne e pesce, o se piccole, come antipasto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.