Mazzancolle panate al forno

Mazzancolle panate al forno! oggi è venerdì ma non tanto perché è venerdì quanto per il non sapere cosa preparare per secondo,

considerando che ultimamente il pesce l’ho cucinato sempre in modo molto leggero , oggi dando un’occhiata al congelatore

mi è parsa davanti una confezione surgelata di mazzancolle, e mi sono detta: e se oggi preparassi queste?

Le mazzancolle sono dei crostacei, molto versatili in cucina, infatti possono essere cucinati come antipasti, con la pasta o riso, come secondi, oggi così come li ho proposti possono essere sia uno sfizioso antipasto che un gustoso secondo, accompagnato da una bella insalata o verdura lessa.

A differenza dei gamberi si conservano più a lungo e possono essere consumati sia freschi che surgelati o precotti.

Per prepararli fritti vanno sgusciati, perché mantengano intatte un sapore bene deciso vanno puliti dopo la bollitura.

Sono dette anche gamberi imperiali, hanno una polpa molto delicata che richiede una rapida cottura, scarsamente caloriche anche per questo ce le possiamo permettere cucinate così, oltre tutto non hanno frittura.

Sgusciarle, una volta, sbollentate ( almeno quelle surgelate ) è semplicissimo,

sarà sufficiente staccare la coda e piano piano verrà via tutto il resto.

Mazzancolle panate al forno
Mazzancolle panate al forno

Mazzancolle panate al forno

INGREDIENTI

a persona

200 grammi di mazzancolle surgelate

1 uovo

pane grattato, quanto basta

olio extra vergine d’oliva

sale

aglio e prezzemolo anche surgelato

1 limone

PROCEDIMENTO

  • Fare cuocere, in acqua bollente salata ed uno spicchio di limone lavato, le mazzancolle surgelate per 5 minuti dall’inizio bollore, saranno comunque pronte quando verranno in superficie
  • Scolarle, raffreddarle, e passare alla sgusciatura
  • Asciugarle ad una ad una con carta da cucina, passarle nell’uovo che avrete precedentemente sbattuto in un piatto con il sale
  • Quindi le passerete, facendole bene aderire, in una panatura di pane grattato con l’aggiunta di aglio e prezzemolo ed olio nel quantitativo necessario ad ammorbidire il pane, in modo che possa la panatura attaccarsi bene al pesce
  • Disponetele poi sulla leccarda del forno ricoperta da carta da forno, bene distanziate, infornate a 220° per una decina di minuti
  • Servite belle calde, accompagnate da fette di limone

 

 

 

 

 

Precedente Torta carote zucchine patate al forno Successivo Torta con biscotti alla nocciola

Lascia un commento