Lonza al porro e cipolla in padella

Lonza al porro e cipolla in padella, un piatto veramente delizioso ma soprattutto cucinato con tanta semplicità e facilità.

Una accortezza però dobbiamo averla con questo taglio di carne, quello di non cuocerlo troppo, il tempo minimo necessario altrimenti  il piatto rischia di diventare duro e stopposo.

Qui da me si parla spesso e volentieri di semplicità, di piatti semplici,

siamo sinceri non è che tutti i giorni ( perché tutti i giorni chi più chi meno deve pure mettere qualcosa in tavola! ) abbiamo tempo e voglia o hli ingredienti  in casa per cucinare cose strane e prelibatezze varie,

ed è pure vero che tutti i giorni bisogna pure inventarci qualcosa, anche cose semplici.

Ebbene, l’amante della carne in casa è il marito, e siccome spesso e volentieri cerco di indirizzarlo verso il pesce, ogni tanto giusto per rinfrescarmi la memoria mi viene a casa con tagli di carne, come oggi ad esempio quindi….

mi sono inventata all’insegna della semplicità questo secondo che non ha nulla di particolare ma gustoso lo è sicuramente.

Lonza al porro e cipolla in padella
Lonza al porro e cipolla in padella

Lonza al porro e cipolla in padella

INGREDIENTI

4 o 5 fette di lonza di maiale, spessore tipo scaloppine

1 porro, lavato e privato della parte esterna e più dura, userete solo quella bianca e più tenera

1 cipolla, rossa o bianca, pelata e tagliata a fettine sottili

una puntina di dado vegetale

1 pomodoro, lavato e tagliato a dadini

mezzo bicchiere di vino bianco

olio extra vergine d’oliva, q.basta

sale farina bianca

PROCEDIMENTO

  • Se ci fosse sulle vostre fettine un filo di grasso intorno, eliminatelo ( lo spessore deve essere come quello delle scaloppine ) ed incidete la parte esterna in modo che nel cuocere non si arriccino
  • Metterle a marinare in sale olio e qualche fogliolina di salvia lavata e tritata e qualche aghetto di rosmarino lavato e tritato
  • Nel frattempo, in una casseruola antiaderente in un cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva fare appassire, a fuoco basso e lento, la cipolla il porro ed il pomodoro con la puntina di dado sciolta in acqua tiepida, allungando con un goccio d’acqua se fosse necessario. Quando le verdurine saranno pronte, mettetele da parte scolandole dal sughetto che avranno fatto.
  • Prendete le fettine, scrollatele dalla marinatura e passatele velocemente nella farina,facendola aderirebene.
  • Accendere il fuoco sotto la casseruola, aggiungere pochissimo olio nel sughetto rilasciato dalle verdure e farvi passare per pochissimo tempo ( fino a che vedrete la farina rappresa ) le fettine da una parte e poi dall’altra sfumando con il vino bianco, lasciarlo evaporare quindi aggiungere le verdure messe da parte e fare insaporire tutto l’insieme, servire caldissime aggiungendo un pizzico di sale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.