Cottura lenticchie secche senza ammollo

Cottura lenticchie secche senza ammollo, si sa che tra i legumi le lenticchie sono quelle più usate e forse anche le più versatili in cucina. E non dimentichiamoci di quanto siano ricche di fosforo potassio e ferro. Grandi o piccole, verdi brune o tendenti al rosso, in commercio si trovano spesso quelle essicate. Ma le si trovano anche precotte in barattoli o scatole. In genere è meglio evitare di metterle in ammollo, rischierebbero di risultare troppo tenere.

Cottura lenticchie secche senza ammollo

Cottura lenticchie secche senza ammollo

Ma vediamo allora come fare. Immagino che in questo periodo di feste ve ne abbiano anche regalate, quindi vi tornerà sicuramente utile sapere come cucinarli in pochissime facili mosse.

Per prima cosa preoccupiamoci di lavare le nostre lenticchie secche sotto acqua corrente fredda onde evitare che siano rimasti residuati di sporcizia, successivamente dovremo scolarle completamente servendoci di un colino per eliminare eventuali eccessi d’acqua.

A questo punto possiamo procedere alla loro cottura, ma come ci regoliamo con le proporzioni? semplicissimo, tot lenticchie? il doppio d’acqua…quindi, se ci serve fare cuocere 250 grammi di lenticchie dovremo usare 500 grammi d’acqua.

E ora vediamo come dobbiamo procedere.

  1. Versare l’acqua nella pentola , aggiungere le lenticchie
  2. Cuocere lentamente senza coperchio, non devono arrivare ad ebollizione .
  3. Cuoceranno in circa mezz’ora, quindi scolate e solo allora potranno essere insaporite con sale ed eventuali altri aromi.
  4. Durante la cottura infatti il sale tende ad indurire il legume.

A questo punto, una volta cotte, potremo procedere alla loro preparazione dando spazio alla nostra fantasia e facendone l’uso che vgliamo.

Qui di seguito vi lascio il link dove potrete trovare più di una preparazione a base di lenticchie

Lenticchie

Precedente Risotto con crema di peperoni rossi Successivo Insalata di farro integrale verdure e tonno

Lascia un commento