Ciò che non può mancare a Natale

Ciò che non può mancare a Natale,…. non so come voi trascorrerete questa giornata!

Qui da me, da sempre, da quando ero piccola assolutamente e rigorosamente in famiglia, il Natale è casa, è il tepore di un focolare,

l’albero illuminato coi regali e se fosse possibile pochi semplici ma fatti col cuore

( bando al consumismo! ), il presepe con la culla del bambinello vuota,

i canti natalizi in attesa del tanto sospirato 24 Dicembre, la messa di mezzanotte….

Ma è anche una tavola imbandita più o meno lussuosamente !

Qui vi lascio pochissime idee, che sicuramente già conoscerete,

di piatti che non dovrebbero mancare sulla tavola di Natale.

Con questa chiamiamola_ linea guida_, ampliata dalla fantasia

capacità e tempo di ognuno, anche chi si è avvicinato da poco alla cucina,

può preparare da sé un pranzo di Natale semplice essenziale ma di tutto rispetto.

Ciò che non può mancare a Natale

Ciò che non può mancara a Natale

Partiamo ovviamente dagli antipasti, non potranno certo mancare le TARTINE, e non solo

Come si preparano? quelle classiche con pane a cassetta bianco, o integrale,

o ai gusti più svariati, spalmate da creme di ogni tipo ( mousse di prosciutto, tonno, salmone…..), maionese, formaggi cremosi….con l’aggiunta di olive, capperi, salmone, gamberetti, uova sode, uova di lompo, ……

Qui sotto vi lascio alcuni link, ad esempio

Antipasto con mazzancolle

Ciò che non può mancara a Natale

Tartellette con salmone

Ciò che non può mancara a Natale

Albero di Natale antipasto

Ciò che non può mancare a Natale

e questi sono solo alcuni….non dimentichiamoci poi degli svariati paté,

specie quello di fegato che, se non vorrete faticare troppo, troverete già pronto nei migliori negozi di gastronomia.

Come primo piatto, tradizione tipica dell’Emilia Romagna, abbiamo i famosi cappelletti con ripieno di carne.

Sembra, nonostante questo sia un piatto della tradizione cristiana,

che la classica forma abbia un’origine pagana, ricorderebbe infatti l’ombelico della dea Venere.

Qui da noi non possono mancare i famosi Anolini Piacentini e le Mezze maniche dei Frati

Mezze maniche dei Frati

Ciò che non può mancara a Natale

Per Vigilia da noi vanno molto i Tortelli, di spinaci, di zucca con il sugo di funghi, prevalenetemente

Tortelli ai funghi misti

Ciò che non può mancara a Natale

e poi il Capitone, femmina dell’anguilla, con questa usanza si nobilita la nascita di Gesù, la vittoria del bene contro il male, la sconfitta del serpente.

E veniamo ai secondi! Non può mancare il Cappone, il pollo maschio castrato,

 più grosso e dalle carni più morbide,  in genere viene  cucinato intero ed arrosto,

con ripieno classico di carne prosciutto frutta secca, od in casseruola con una cottura molto lenta.

Da noi lo si usa tanto fare lesso, in brodo, con il brodo si cuociono poi i famosi anolini e mezze maniche.

Brodo di capponeCiò che non può mancara a Natale

Un bel lesso così lo si può accompagnare all’immancabile Insalata russa, può fare infatti sia da antipasto che da contorno, con maionese verdure_ specie patate_, arricchita di tutto e di più, non per niente si chiama insalata russa.

E poi una bella carrellata di salumi misti, da noi usa soprattutto Coppa Salame Prosciutto Crudo

ed infine…( Premetto che queste sono solo alcune idee per chi vuol rendere il Natale una giornata diversa, all’insegna della tradizione semplicità, senza faticare troppo per godersi questo giorno di festa )

ciò che non può mancare a Natale è il Panettone e Pandoro, al naturale o farcito con le creme più golose.

Pandoro Chantilly e mascarpone

Ciò che non può mancara a Natale

Pandoro farcitopandoro-farcito

E per concludere…un bel brindisi con del Moscato d’Asti , dolce e leggermente frizzante, o del buon spumante.

Questo e quant’altro potrete trovare alla categoria

Festività e ricorrenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.