Crea sito

Torta di rose al cioccolato e nocciole (con lievito naturale)

Buongiorno a tutti!

Tornata tra di voi…-da qualche settimana ho lasciato la cucina e il computer a riposo…(anche loro avevano bisogno di ferie)- per ritornare più carica di prima! 😉

Ed ora eccoci qui…

Oggi in occasione del mio “ritorno” ripartiamo con il botto

“Torta di rose al cioccolato e nocciole con lievito naturale”…pura POESIA!

La ricetta è stato un puro esperimento…ho convertito la mia ricetta della torta di rose al fine di realizzarla con il lievito naturale e quello che ne è uscito è stato un successo..

NB: essendo con lievito naturale la ricetta richiede ovviamente una lunga lievitazione io mi sono organizzata impastando la sera e formando la torta la mattina seguente – con il risposo in frigo notturno- IMG_6977

Cominciamo…3..2.1….VIA!

Ingredienti:

  • 120 gr di pasta madre solida rinfrescata
  • 250 gr di farina 00
  • 150 gr di Manitoba
  • 140 di latte
  • 50 gr di zucchero
  • 30 gr di olio evo
  • 3 tuorli
  • 5 gr di sale fino

Per farcire:

  • crema al cioccolato tipo Nutella
  • nocciole tostate

Partiamo rinfrescando la nostra pasta madre. La utilizzeremo a 3/4 ore dal rinfresco…quando è più attiva.

Ora, con l’aiuto della planetaria (ma potrete tranquillamente farlo anche a mano), iniziamo ad impastare il lievito a pezzettini, le farine, il latte, lo zucchero ed i tuorli.

Iniziamo ad impastare pian piano fino a che tutti gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene. Ci vorrà un pochino, non abbiate fretta.

Ora aggiungiamo l’olio e il sale. Continuiamo ad impastare per bene fino a quando l’impasto non sarà per bene omogeneo ed incordato.

Ora prendiamo il nostro impasto, lo pirliamo formando una palla e lo mettiamo in una ciotola di vetro (dai bordi alti) che posizioneremo in frigo fino al mattino seguente.

Al mattino seguente, faremo “riscaldare” a temperatura ambiente il nostro impasto per circa 2 ore. Trascorse le 2 ore possiamo iniziare la forma delle nostre rose.

Infariniamo il piano da tavolo, stendiamo la pasta con la forma di un rettangolo, con uno spessore di circa 0.5 cm. Spalmiamo ora la nostra crema di nocciole sul nostro rettangolo di pasta lasciando un bordo di circa 1 cm ( per evitare che fuoriesca quando lo arrotoleremo).

Arrotoliamo ora dal lato più lungo il nostro rettangolo fino a formare un cilindro. Con l’aiuto di un coltello tagliare dei tronchetti alti circa 4 cm , chiuderli nella parte inferiore, sistemarli in una teglia imburrata ed infarinata, ben distanziati l’uno dall’altro. Terminato la formatura è ora della lievitazione: io ho impiegato circa 6 ore – ad una temperatura costante di 30 gradi, forno spento con luce accesa). Sarà lievitata bene quando tutte le rose si toccheranno a formare la nostra torta.

Quando le nostre rose avranno raggiunto la lievitazione, preriscaldiamo il forno a 180° statico. Cospargiamo la torta con nocciole tostate spezzettate grossolanamente con l’aiuto di un coltello.

Inforniamo per circa 30/35 minuti (regolatevi poi con il vostro forno). Se dovesse scurire troppo a metà cottura posizionate un foglio di alluminio sopra la torta.

Pura poesia vero? 🙂

A voi il giudizio,

Alla prossima ricetta,

Evelyn.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.