Risotto con asparagi

Buongiorno amici..dai che oggi è venerdi!

La settimana è quasi giunta al termine.  Puntualmente vi lascio una ricettina, giusta giusta per il weekend, se volete deliziare chi vi sta più a cuore..

Oggi risotto agli asparagi semplice, semplice, cosi come me lo ha insegnato mamma…

IMG_2587

 

Ingredienti ( per 2 persone)

  • 180 gr di riso carnaroli
  • 1/2 cipolla di Tropea
  • dado vegetale (per la ricetta home-made qui)
  • 500 ml di acqua
  • 100 ml di vino bianco secco
  • 200 gr di asparagi bianchi (dove ricaveremo solo le punte, il resto possiamo lessarlo e mangiarlo in insalata, o come più vi piace)
  • 1 robiola
  • olio extra vergine di oliva

Scaldare in un pentolino 500 ml di acqua, e una volta raggiunta l’ebollizione aggiungere un cucchiaino di dado vegetale. Mescolare per bene e tenere caldo con fuoco molto basso.

In una casseruola dal fondo spesso scaldare un filo di olio extra vergine di oliva. Far soffriggere la cipolla precedentemente tritata per bene. Far imbiondire la cipolla mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, aggiungere le punte dei nostri asparagi, e far rosolare qualche minuto.

In seguito aggiungere, tutto in una volta, il riso. Farlo tostare a fuoco dolce, facendo assorbire bene l’olio senza farlo bruciare, e a questo punto aggiungere il vino bianco sfumando per bene. Quando “annusando” i fumi che provengono dal vostro riso non sentite più l’odore alcolico sarà giunto il momento di aggiungere, un mestolo alla volta, il nostro brodo vegetale.

Facciamo cuocere, a fuoco dolce, per 20 minuti il nostro riso, facendo attenzione che non asciughi mai e che ci sia sempre un po di brodo a farlo cuocere, aggiungendolo appunto pian piano, mestolo per mestolo.

Trascorsi i 20 minuti, assaggiate il riso per assicurarvi che sia cotto. Se si, fate attenzione di fermare la cottura quando il vostro risotto NON sia completamente asciutto, ma che abbia ancora un po di brodo, ovvero che sia “all’onda”. Se il vostro riso al contrario non è pronto per essere gustato, prolungate ancora di qualche minuto la sua cottura, fino a quando non sarà cotto.

IMG_2602

 

Togliamo dal fuoco, aggiungiamo la robiola direttamente in pentola e mantechiamo per bene mescolando accuratamente con un cucchiaio di legno. Quando la robiola sarà ben bene sciolta possiamo servire.

Servire con una girata di olio extra vergine di oliva a crudo…

e….Buon pranzo a voi!

Alla prossima ricetta,

Evelyn.

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Plumcake al cocco - glutenfree- Successivo Torta con cioccolatini

Lascia un commento