Ragù di carne della nonna

Buon inizio settimana a tutti,

oggi ricetta che sa di casa. Ma non solo: casa, tradizioni, adolescenza inizio della mia passione.

Questa è una di quelle ricette che ognuno fa alla sua maniera, ognuno crede di avere la ricetta migliore, e come tradizione vuole io credo che il ragù che fa la mia nonna sia il migliore.

Per questo da quando ho 16 anni il ragù in casa l’ho sempre fatto io, insegnatomi ovviamente dalla nonna (mamma della mia mamma) che in cucina è una maga.

Ammetto la difficoltà nel trovare le quantità giuste, soprattutto all’inizio in quanto sapete tutti che le nonne non usano bilance, ma vanno ad occhio. Le prime volte ormai risalgono a qualche anno fa, ora questa ricetta è più che assodata.

Non sapete la soddisfazione di sentirsi dire dalla nonna: “Lo fai , quasi, meglio del mio” :-IMG_8088

Ingredienti:

  • 1 kg di macinato misto (io 500 gr di vitello, 500 gr di manzo)
  • 2 carote
  • 1 cipolla rossa
  • 2 salcicce fresche (circa 250 gr)
  • 1 litro di brodo di carne
  • olio evo qb
  • 1 rametto di rosmarino
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bicchiere di vino rosso per sfumare
  • sale se occorre

Iniziamo con il soffritto. Tritare con il mixer carota e cipolla.

In una casseruola capiente, dai bordi alti, versare 2 cucchiai di olio evo con le nostra verdure appena tagliate e facciamo soffriggere a fuoco medio.

[Nel frattempo, mettiamo sul fuoco 1 litro di acqua dove andremo a scioglierci del dado granulare, questo sarà il nostro brodo. Quando il brodo sarà pronto spegnete la fiamma e tenetelo da parte.]

Quando la cipolla si sarà imbiondita, versare ora l’interno delle salcicce, privato quindi della pelle,  precedentemente tagliuzzato in modo che non rimangano blocchi troppo grandi (io di solito le trito nel mixer dove ho tritato le verdure). Far saltare salcicce e verdure insieme (sempre a fuoco medio)

Quando le salcicce avranno perso il loro grasso e i loro aromi, quindi saranno belle cotte aggiungiamo il chilo di macinato. Mescoliamo per bene in modo che tutti gli ingredienti all’interno della casseruola si amalgamino bene. Quando il macinato avrà iniziato a colorarsi per bene da tutte le parti grazie alle nostre continue mescolate (ci vorranno abbondanti 5/8 minuti) sfumiamo con il vino rosso e lasciamo evaporare l’alcol.

Quando il vino sarà evaporato, abbassiamo la fiamma al minimo, aggiungiamo la passata di pomodoro, il brodo (tutto in una volta). La nostra carne dovrà coprirsi dalla parte liquida completamente. Mescoliamo per bene, aggiungiamo il latte e il rosmarino legato.

Copriamo ora con il coperchio e cuociamo a fuoco lento per circa 3 ore.

Passate le tre ore il vostro ragù sarà pronto, fatelo intiepidire e conditeci direttamente della pasta oppure potrete metterlo all’interno di contenitori e conservalo in freezer per poterlo utilizzare all’occorrenza.

Alla prossima ricetta,

Evelyn.

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Ciambella semplice al limone Successivo Mele in camicia

Lascia un commento