Patate Hasselback alle erbe

Hanno ormai spopolato sul web, da qualche tempo. Mi ero promessa che le avrei preparate prima o poi ed eccomi qui. Sono le patate Hassalback, davvero scenografiche e versateli.

Sono molto semplici nella loro preparazione e danno al piatto quel tocco in più di eleganza. Ideali per accompagnare un secondo nei vostri pranzi o cene delle feste.

Le patate Hasselback (hasselbackpotatis) sono un popolare piatto della cucina svedese e devono il loro nome al ristorante di Stoccolma Hasselbacken che per primo inventò questa golosa variante “a fisarmonica” delle classiche patate al forno. La ricetta tradizionale prevede l’uso del burro e la cottura con la buccia. Perfette come contorno e ideali da gustare accompagnate da una salsa, le patate Hasselback presentano una crosta saporita e croccante e un caldo cuore morbido al loro interno.

Ecco a voi la ricetta:

Per 4 persone:

  • 8 patate gialle di forma più o meno regolare
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaio di erbe aromatiche (rosmarino, salva, prezzemolo, timo)
  • 160 gr di burro
  • olio extra vergine di oliva qb

Preriscaldate il forno a 220°, ventilato. Lavate ed asciugate bene le patate. Prendete una patata alla volta, mettetela su un tagliere sistemata tra due manici di due cucchiaio di legno (vedi foto) e

tagliatele a fette in modo che la lama del coltello si fermi battendo sul legno dei manici. Eseguite questa operazione su tutte le patate. prendete una teglia, ungetela con dell’olio d’oliva, e adagiate le vostre patate.

Tritate le erbe aromatiche tutte insieme (andranno benissimo anche quelle essiccate). Cospargete le erbe aromatiche sulle patate e mettete un fiocchetto di burro su ogni patata di burro.

Salate le patate e infornate a 220°, ventilato fino a doratura. Ci vorranno circa 50/60 minuti.

Tenete da parte il restante burro e scioglietelo. Man a mano che le patate cuociono, circa ogni 10/15 minuti, con l’aiuto di un pennello, spennellatele con il burro restante.

Al termine della cottura, sfornatele e servitele su un piatto da portata.

Nota bene:

  • Potete arricchirle come più vi aggrada: pancetta rosolata e brie, formaggio cremoso e salmone. Il tutto dipende da cosa le accompagna.
  • Nel caso vi avanzassero (ma dubito) potete conservarle in frigorifero in contenitore ermetico per 2 giorni.

Alla prossima ricetta,

Evelyn

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Brownies alla Nutella Successivo Biscotti al burro d'arachidi

Lascia un commento