La mia Foresta Nera

Torta Foresta Nera: è una torta di origine tedesca. Un impasto al cioccolato che racchiude una golosa crema a base di panna montata e zucchero a velo, arricchita di ciliegie. Ci tengo a precisare che questa è la mia versione: infatti al posto delle ciliegie ci trovate le amarene. Diventa a dir poco spaziale.

L’ho realizzata più e più volte, non è difficile. Ci sono un po di passaggi. Mi raccomando, calcolate di iniziare a prepararla un giorno prima di quello che vi serve (ma solo perché l’impasto ha bisogno di riposare un giorno una volta cotto!)

Ecco a voi la mia versione della foresta nera. Provatela e fatemi sapere che ve ne pare.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20 (+ riposo del biscuits) minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    8/10 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il biscotto:

  • Amido di mais (maizena) 50 g
  • Cacao amaro in polvere (di ottima qualità) 30 g
  • Uova 6
  • Acqua 4 cucchiai
  • Zucchero 180 g
  • madorle (tritate finemente, ridotte a polvere) 100 g
  • pizzico di sale

Per il ripieno

  • Amarene sciroppate 500 g
  • succo d’amarena (quello della confezione andrà benissimo) 125 ml
  • Amido di mais (maizena) 2 cucchiaini
  • panna fresca da montare 800 ml
  • scaglie di cioccolato
  • Estratto di vaniglia

Preparazione

  1. Il giorno prima procedere con la preparazione del biscotto: Accedere il forno, statico, a 180°.

    Separare i tuorli dagli albumi. Montare quest’ultimi a neve fermissima, con un pizzico di sale, e gradualmente aggiungere 60 gr di zucchero (presi dal totale). Tenere da parte.

    Montare i tuorli con l’acqua e aggiungere gradatamente gli altri 120 g di zucchero. Montare per bene, finché la massa non risulti bella spumosa e chiara. Ci vorrà qualche minuto. Io mi sono aiutata con la planetaria.

    Setacciare cacao e amido di mais. Aggiungere alla massa dei tuorli, alternando: amido setacciato,cacao setacciato ed albumi montati a neve. Mescolate con cura con una spatola dal basso verso l’alto, avendo cura di non smontare l’impasto. Continuate ad alternare gli ingredienti fino a quando gli avrete terminati.

    Aggiungere per ultime le mandorle, sempre mescolando per bene.

    Versare il composto in una tortiera con cerniera apribile, dopo averla imburrata ed infarinata per bene. Infornare e cuocere per 30 minuti a 180°.  Una volta pronto, sfornare, lasciar raffreddare e lasciarlo riposare un giorno prima di utilizzarlo (io di solito lo avvolgo con pellicola per alimenti in modo che non si secchi troppo).

  2. Il giorno seguente: scolare le amarene e tenerne qualcuna da parte per la decorazione (io di solito ne tengo 6/7). Mettere in un pentolino il succo che abbiamo ricavato (presente nella confezione delle amarene) e riscaldarlo a fuoco dolce.

    In una ciotolina mettere i 5 gr di amido di mais, sciogliere l’amido con un pochino di succo caldo nella ciotolina a parte. Aggiungere quest’ultimo nel restante succo nel pentolino sul fuoco. Far addensare continuando a mescolare finché non assume una consistenza gelatinosa. Far raffreddare per bene.

    Nel frattempo riprendere il nostro biscotto realizzato il giorno prima (non vi sarà risultato molto alto, è normale) e ricavare 3 dischi.

    Farcire la torta: Montare la panna ben soda, con un cucchiaio di zucchero a velo e l’estratto di vaniglia. Adagiare il primo disco su un piatto da portata (se lo avete vi consiglio, per farcire la nostra torta la meglio, di utilizzare un anello apribile per torte. In questo modo in vari strati che andremo a fare verranno belli perfetti e la nostra torta bella tonda) Inserire il disco all’interno dell’anello apribile: bagnarlo con il succo di amarene realizzato in precedenza, freddo. Adagiare metà amarene e uno strato di panna. Coprire con un altro disco di biscotto, bagnarlo con il succo freddo, adagiare le altre amarene destinate alla farcia e coprire tutto con uno strato di panna. Per finire, ricoprire tutto con l’ultimo disco, bagnandolo per bene sempre con il succo freddo di amarene.

    Mettere la torta in frigo per 20 minuti a rassodare, insieme alla panna montata (per far si che non smonti).

    Trascorsi i 20 minuti togliere la torta dal frigo, eliminare il disco apribile e ricoprire con delicatezza tutta la torta (lati compresi) con un piccolo strato di panna, utilizzando la panna rimasta.

    Rivestire di scagli di cioccolata tutta la torta, realizzare dei piccoli ciuffi di panna sul diametro della torta, dove andrete ad adagiare per ogni ciuffetto un’amarena (quelle tenute da parte all’inizio).

    Una volta decorata, conservatela in frigorifero fino al momento di servirla.

    Alla prossima ricetta,

    Evelyn.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Torta soffice di ricotta & fragole Successivo Oreo Cheesecake

Lascia un commento