Focaccia con ceci e pomodorini

Buongiorno amici 🙂

Finalmente è arrivata l’estate!!! Cosa c’è di meglio di una cena all’aperto?! Magari dopo una giornata al lavoro super intensa?!

Ho quello che fa per voi..

Questa focaccia l’ho vista sul sito di una super blogger, il blog di chiama “Lecosebuonediale” blog ricco di ricette molto particolari, tra cui mi sono imbattuta in questa super focaccia..

La particolarità di questa focaccia è che è realizzata non con farina di ceci, ma i ceci sono frullati all’interno dell’impasto, insomma una super particolarità.

Io poi ho aggiunto dei pomodori Piccadilly che avevo nel frigo freschi freschi per renderla ancora più gustosa, insomma non vi resta che provarla…

NB: l’impasto può essere preparato anche la mattina prima di andare al lavoro, ed in pausa pranzo ri-lavorato e quando terminate la giornata la stesura in teglia, insomma..super fattibile 😉

Ecco qui la ricetta:

Ingredienti:

  • 150 gr di ceci già cotti (io quelli in scatola già lessati e scolati)
  • 250 gr di farina 00
  • 100 gr di farina Manitoba
  • 250 gr di acqua
  • 6 gr di sale fino
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 5 gr di lievito di birra fresco in panetto
  • 10 pomorini ciliegino freschi
  • sale grosso qb

 

IMG_3294

 

Procedimento tradizionale:

Frullare con un minipimer i ceci con 150 ml di acqua (presi dal totale) fino a ridurli in purea liquida.

Sciogliere il lievito di birra una piccola quantità di acqua presa dal totale. Setacciare le farine e mettetele in una ciotola dai bordi alti (io quella della planeria). Aggiungete alle farine il lievito ed i ceci frullati. Iniziare ad impastare aggiungendo gradualmente l’acqua, io per comodità ho utilizzato la planetaria con il gancio a foglia, ma potete farlo tranquillamente anche a mano. L’acqua l’ho aggiunta in più riprese, aspettando la la precedente sia assorbita prima di aggiungere la sucessiva. Impastate fino a quando non avete terminato la quantità di acqua.

Ora aggiungete il sale e l’olio extra vergine di oliva. Continuate ad impastare avedo cura, di tanto in tanto di ribaltare l’impasto direttamente nella ciotola, con l’aiuto di una spatola o tarocco.

NB: l’impasto che otterrete sarà un impasto molto molle, stile pastella densa, ma non preoccupatevi. Vi verrà la tentazione di aggiungere farina, ma non fatelo, con la lievitazione l’impasto prenderà forza e struttura.

Lasciate l’impasto nella ciotola e fatelo lievitare per 2 ore.

Ora riprendete l’impasto ed adagiatelo sulla spianatoia infarinata (noterete il cambiamento della sua struttura. Sarà più compatto e strutturato). Facciamo ora delle pieghe a fazzoletto in questa maniera (vedi foto presa dal web)

In questo modo il vostro impasto prenderà ancora

forza. Rimettero nella ciotola e far riposare un altra ora.

Terminato il secondo riposo riversate l’impasto in una teglia rettangolare o circolare (io teglia rettangolare 35×25, nel caso della teglia circolare andrà benissimo in 26 cm di diametro) precedenemente unta con un filo di olio evo. Con i polpastrelli e le mani leggermente unte andiamo a stendere la nostra focaccia.

Facciamo lievitare per altri 40 minuti.

Trascorso il riposo, accendiamo il forno a 225° statico. Nel frattempo ungiamo la superficie della focaccia con olio extra vergine, una spolverata di sale grosso e facciamo “sprofondare” nell’impasto i nostri pomodorini precedentemente tagliati a metà.

Inforniamo per 15 minuti fino a quando la nostra focaccia non sarà cotta.

 

Procedimento Bimby:

Nel boccale frulliamo i ceci con 150 ml di acqua presi dal totale: 15 secondi velocità 7

Aggiungiamo le farine setacciate, il lievito sbriciolato, ed inziamo ad impastare a velocità Spiga, senza misurino posizionato sul boccale in modo da poter aggiungere gradualmente con lame in azione l’acqua rimasta (ovvero 100 ml). Facciamo impastare per bene circa 3 minuti a velocità spiga e aggiungiamo gradualmente dal boccale l’acqua rimasta. Infine aggiugniamo sempre con lame in movimento il sale fino e l’olio extra vergine di oliva. Rimaltiamo l’impasto in una ciotola dai bordi alti.

NB: l’impasto che otterrete sarà un impasto molto molle, stile pastella densa, ma non preoccupatevi. Vi verrà la tentazione di aggiungere farina, ma non fatelo, con la lievitazione l’impasto prenderà forza e struttura.

Lasciate l’impasto nella ciotola e fatelo lievitare per 2 ore.

Ora riprendete l’impasto ed adagiatelo sulla spianatoia infarinata

(noterete il cambiamento della sua struttura. Sarà più compatto e strutturato). Facciamo ora delle pieghe a fazzoletto in questa maniera (vedi foto).

In questo modo il vostro impasto prenderà ancora

forza. Rimettero nella ciotola e far riposare un altra ora.

Terminato il secondo riposo riversate l’impasto in una teglia rettangolare o circolare (io teglia rettangolare 35×25, nel caso della teglia circolare andrà benissimo in 26 cm di diametro) precedenemente unta con un filo di olio evo. Con i polpastrelli e le mani leggermente unte andiamo a stendere la nostra focaccia.

Facciamo lievitare per altri 40 minuti.

Trascorso il riposo, accendiamo il forno a 225° statico. Nel frattempo ungiamo la superficie della focaccia con olio extra vergine, una spolverata di sale grosso e facciamo “sprofondare” nell’impasto i nostri pomodorini precedentemente tagliati a metà.

Inforniamo per 15 minuti fino a quando la nostra focaccia non sarà cotta.

Un pochino laboriosa, ma il gusto ripagherà lo sforzo 😉

Alla prossima ricetta,

Evelyn.

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Muffin leggerissimi Successivo Torta salata di patate, cipolle e scamorza

Lascia un commento