PAN PEPATO ricetta dolce di Natale

Panpepato è un dolce di forma tondeggiante. Il panpepato, detto anche pan pepato, pampapato o pampepato, è un dolce tipico delle festività natalizie originario del Centro Italia, in particolare dell’Umbria, del Lazio, dell’Emilia Romagna e della Toscana. Gli ingredienti variano secondo la zona di produzione, di solito è composto principalmente da frutta secca, frutta candita e spezie tra le quali spicca il pepe nero, da cui questo dolce prende il nome.  Alcune versioni del panpepato, come quella ferrarese, prevedono anche una glassatura al cioccolato in superficie che lo va ad arricchire ulteriormente con il cioccolato.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Porzioni4 piccoli o 1 grande
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti :

  • 50 gmandorle
  • 50 gnocciole
  • 50 gnoci
  • 90 gcioccolato fondente
  • 50 guvetta
  • 80 gfarina 00 (aumentare le dosi se dovesse risultare liquido il composto)
  • 100 mlmiele
  • 2 cucchiaivino rosso (o acqua)
  • 1 pizzicocannella in polvere
  • 1 pizziconoce moscata
  • q.b.pepe nero in grani

Preparazione

  1. Tritiamo la frutta secca lasciandola però in pezzi grandi

    Tritiamo il cioccolato

    Uniamo frutta secca e cioccolato in una ciotola

    Aggiungiamo l’uvetta messa prima un poco a mollo in acqua e quindi strizzata

    In un tegame mettiamo a bollire il miele con i due cucchiai di vino rosso o acqua

    Versiamo il liquido nella ciotola dove sono gli altri ingredienti

    Iniziamo a girare con un cucchiaio di legno in modo da sciogliere per bene il cioccolato

    Aggiungiamo la noce moscata, la cannella e il pepe macinato

    Incorporiamo la farina setacciata e continuiamo a girare fino a far rassodare l’impasto

    Con le mani umide ricaviamo dall’impasto due pagnottelle, se no 4 piccole

    Le mettiamo a cuocere in una teglia con carta da forno a 180° forno preriscaldato per 25 minuti circa se i panpepati sono due, se invece ne abbiamo fatti 4 piccolini ne bastano circa 15 di minuti

    Una volta cotto il panpepato lo lascio freddare per qualche ora.

Il panpepato si mantiene a lungo, circa 3 mesi, ed è più buono se consumato dopo qualche giorno dalla sua preparazione.

Volendo seguire la tradizione si può servire a tavola spolverato di pepe nero macinato al momento, oppure, nella versione moderna, di zucchero a velo.

Se la ricetta vi è piaciuta, potrebbero interessarvi anche: biscotti-alle-noci o chiffon-cake-allarancia o chiffon-cake-al-cacao-ciambellone-americano-super-veloce-golosissimo o nadalin-dolce-tipico-natalizio-veronese o fagottini-di-frolla-speziata-con-marmellata

SEGUIMI SULLA MIA PAGINA FACEBOOK QUI

SEGUIMI SUL MIO ACCOUNT INSTAGRAM QUI

SEGUIMI SULLA MIA PAGINA PINTAREST QUI

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Le ricette di angelasurano80

Torte, pasticcini, biscotti, creme, piatti di pasta tradizionali e moderni.Se avete voglia di qualcosa di dolce, una mamma con forno sempre acceso vi suggerirà cosa cucinare. Qui i piatti vengono raccontati e fotografati con calore ed energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.