Taralli in treccia, curcuma e rosmarino

A chi non capita di avere voglia di qualcosa di sfizioso da sgranocchiare davanti a un bel film? Ehi ehi, ti ho visto, ti stai nascondendo…alza la manina dai, vorrai mica lasciarmi da sola con tarallucci e vino? Eh si, oggi prepareremo dei friabili e gustosi taralli in treccia, curcuma e rosmarino! Sono davvero saporiti, ve l’assicuro e poi la curcuma conferisce quel colore bello intenso e giallo, così avremo dei taralli belli colorati, ma naturali e sani! Siete pronti? Portate un bel vino frizzante, bianco per me, o perchè no, anche una birra fresca con una fetta di limone, ai taralli ci penso io! No? Vuoi prepararli anche tu? E allora allaccia il grembiule e via in cucina!

  • Ecco qui la video ricetta passo passo ->

Taralli in treccia, curcuma e rosmarino

INGREDIENTI

– parte bianca

– parte gialla

 

PREPARAZIONE

Realizzare questi taralli in treccia, curcuma e rosmarino è davvero molto semplice!
Il procedimento è lo stesso per entrambi gli impasti, solo che ovviamente cambierà l’aromatizzazione.

Inizio con il primo impasto, quello al rosmarino: non c’è una logica, iniziate da quello che volete tra i due, tanto dovranno successivamente vivere in simbiosi!

In una ciotola metto tutti gli ingredienti: farina, sale, olio, vino bianco e rosmarino essiccato. Mescolo dapprima con l’aiuto di un cucchiaio e termino poi con le mani, lavorando direttamente sulla spianatoia.
Fatto un bel panetto, metto a riposare giusto il tempo di preparare il secondo impasto.

In un’altra ciotola metto la farina, il sale, la curcuma ed il pepe, l’olio ed il vino; procedo poi come per il primo impasto.

Intanto che quest’ultimo impasto si riposa, (poverino è troppo stanco…ahah!) procedo a formare dei cilindretti con il panetto al rosmarino.

Terminato l’impasto, prendo quello alla curcuma e faccio dei cilindretti dello stesso spessore di quelli al rosmarino, dopodichè procedo ad “accoppiarli”: affianco un cilindretto al rosmarino ad uno alla curcuma e li intreccio.
Fatto ciò taglio dei salamotti lunghi circa 10/12 centimetri e una volta unite le estremità, ecco pronto il tarallo! Ovviamente la grandezza del salamotto influirà sulla grandezza del tarallo.
Io ho voluti farli di una media grandezza: de gustibus, no?!

Una volta formati tutti i taralli, metto sul fuoco una padella ampia dai bordi alti piena d’acqua: appena inizierà a sobbolire, calo giù pochi taralli alla volta e li lascio cuocere per 2/3 minuti. Non vi spaventate, non mangerete dei taralli crudi, questa è solo la prima cottura!

Dopo averli cotti in acqua, li lascio scolare su un vassoio ricoperto di carta assorbente e lascio asciugare, giusto il tempo di finire di cuocere tutti i taralli.

Li adagio poi su una placca ricoperta di carta da forno e li cuocio in forno pre-riscaldato a 200° per circa 30 minuti: dovranno risultare ben dorati!

Ed ecco pronti questi deliziosi, friabili e golosi taralli in treccia alla curcuma e rosmarino! Potrete prepararne una quantità abbondante! Io li ho tenuti belli fraganti per un mese! Abbiate solo l’accortezza di chiuderli in un sacchetto per alimenti una volta ben freddi, altrimenti l’umidità del vapore post cottura, inficerà sul mantenimento!

 

Ciao alla prossima ricetta!

❤ Ti è piaciuta questa ricetta? ❤
Bene! Continua a seguirmi sulla mia
pagina Facebook ANGELA PASSIONE CUCINA
per restare sempre aggiornato!!!

Qui dal mio blog puoi scaricare il testo di ogni ricetta
cliccando sul simbolo pdf presente in cima ad ogni articolo.
Se invece volete seguire la preparazione passo passo,
iscrivetevi al mio canale YOUTUBE e non ve ne pentirete!

Mi trovate anche su InstragramTwitter…. e Pinterest!
Seguimi e sarai sempre aggiornato!

Precedente Risotto agli agrumi e salmone Successivo Focaccia morbida con cipolle caramellate