Crea sito

Ciambella Biancaneve

Ciao a tutti amici di Angela, come state? Sono tornata con un dolce semplice e delizioso: la ciambella Biancaneve!
Prima però vi chiedo: avete sentito un po’ la mia mancanza? Mi sono assentata un po’ perché ho deciso di dare un cambio “look” a quello che è il mondo di “Angela passione cucina &.”
Le prime modifiche le ho apportate al mio profilo Instagram e via via darò una omogeneità in ogni mio social.
Torniamo alla ricetta in questione: la ciambella Biancaneve! Lo so, di torte di mele o ciambelle che dir si voglia ce ne sono tante in giro sul web, ma la versione che oggi vi propongo ha un ingrediente particolare: i biscotti al caramello.
Chi mi segue da un po’ sa che io sono amante del caffè e l’altro giorno al supermercato ero proprio lì ferma davanti allo scaffale ad ammirare le varie tipologie di miscele e tostature, quando il mio occhio è stato rapito dall’ultimo pacchettino di biscotti al caramello: i Lotus, li conoscete? Ho deciso di acquistarli e proprio questa mattina ne ho gustato qualcuno insieme ad una fumante tazza di caffè ed i restanti ho deciso di renderli in polvere e di utilizzarli per questa golosissima ciambella! Vi ho incuriositi, vero? Allora…allaccia il grembiule e via in cucina!

📺 Ecco la video ricetta passo passo 🔻

Ciambella Biancaneve

INGREDIENTI (teglia 30 cm)

  • 200 g di farina tipo 1
  • 100 g di biscotti al caramello (ridotti in polvere)
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • 50 g di olio di semi di girasole
  • 150 grammi di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 500 g di mele (al netto degli scarti)
  • un cucchiaio di succo di limone

PREPARAZIONE

Versa in una ciotola le uova, lo zucchero ed il pizzico di sale e con l’aiuto di una frusta elettrica monta fino ad ottenere un composto chiaro e bello spumoso.
Aggiungi poi tutto l’olio ed il latte e dai ancora una breve mescolata.

E’ arrivato il momento di versare la polvere di biscotti al caramello: amalgama quest’ultima al composto che diventerà di un colore ambrato, proprio del caramello ed inizierai a sentire un profumo eccezionale tutto intorno a te!
Come avrai capito ho chiamato la ciambella Biancaneve per la presenza delle mele all’interno dell’impasto , inoltre l’aggiunta dei biscotti al caramello ridotti in polvere mi ha fatto un po’ ricordare le mele caramellate belle rosse e lucide che si trovano durante le fiere invernali.

Tornando alla ricetta, una volta che la polvere di biscotti al caramello si è ben amalgamata, aggiungi poco per volta tutta la farina fino ad ottenere un bel composto omogeneo.
Adesso non resta che aggiungere il lievito per dolci che ti consiglio di setacciare, perché spesso all’interno delle bustine forma dei grumi. Sempre con l’aiuto della frusta elettrica amalgama anche quest’ultimo al composto e poi puoi mettere da parte le fruste e prendere una spatola o un cucchiaio.

E ora è arrivato il momento di aggiungere le mele che precedentemente avrai lavato e sbucciato, privato del torsolo e dei semini interni e tagliate in fette sottili non più di due o tre millimetri. Il cucchiaio di limone degli ingredienti, lo userai in questo momento, aggiungendolo alle mele per evitare che anneriscano.

Aggiungi le mele al composto e con l’aiuto di un cucchiaio amalgama il tutto: ti consiglio di andare a guardare anche il video che trovi su in cima alla pagina vedrai l’impasto che già da crudo ti farà venir voglia di mangiarlo a cucchiaiate!

Passiamo alla cottura. Io ho cotto la ciambella Biancaneve all’interno della pentola fornetto, ma potrai optare anche per la cottura in forno preriscaldato, a 180° per 35 o 40 minuti, ma mi raccomando controlla sempre perché ogni forno a cottura a sè.
Per quanto riguarda la pentola fornetto clicca qui per scoprire dei trucchetti in modo da evitare che i tuoi dolci e qualsiasi altra tua preparazione si brucino alla base e nella parte centrale della pentola.

Adesso ultimiamo la ricetta, che ho già l’acquolina in bocca: versa il composto all’interno della teglia e livella bene con il dorso di un cucchiaio. Dopodiché portalo sul fuoco a fiamma minima e cuoci per circa 50 minuti con coperchio.
Fai la prova stecchino infilando quest’ultimo all’interno dei fori presenti sul coperchio e se risulta asciutto la ciambella è pronta!
La stessa cosa vale anche nel caso in cui tu cuocia la ciambella all’interno del forno: va sempre fatta la prova stecchino!
Una volta cotta lasciala raffreddare qualche minuto, poi sistemala su un vassoio e vai con una pioggia di zucchero al velo!

La ciambella Biancaneve di mele (che puoi fare anche in formato torta 😄 ) con il suo profumo di cannella e caramello, mi fa stare bene, ed è nella mia lista dei “comfortfood” in quelle giornate “no”!…Un classico intramontabile, una di quelle ricette “vintage” e per restare in tema, ne ho gustata una fetta con il caffè della moka, arricchito dalla cremina di zucchero: hmm che bontà!

Cubotti di salmone al profumo di pistacchio

Ciao a tutti! Oggi prepareremo insieme dei profumatissimi cubotti di salmone al profumo di pistacchio!
Ho preso ispirazione dal mio bagaglio dei ricordi. Ebbene si, mi sono ispirata alla ricetta della mitica Chiara Maci, che stimo ed ammiro, che preparò dei cubotti di salmone in crosta di sesamo con creme fraiche all’aneto, in occasione dello show cooking al quale partecipai qualche anno fa, in veste di vincitrice del concorso Cameo. Lo sapete però, amo sempre metterci del mio nelle preparazioni ed è per questo che il pistacchio prende il posto del sesamo e invece che accompagnare il salmone con della creme fraiche, ho preferito delle quenelle morbide e saporite. Vi sto facendo venire l’acquolina in bocca? E allora allacciate i grembiuli e via in cucina!

  • Ecco la video ricetta passo passo ->

Cubotti di salmone al profumo di pistacchio

INGREDIENTI (per 2 persone)

 

PREPARAZIONE

Prima di scottare il salmone, mi piace aromatizzarlo.
In una ciotola verso il succo di un lime, dei cubetti di zenzero fresco e dei grani di pepe schiacciati. All’interno di questa mistura aggiungo il salmone tagliato in cubotti, do una mescolata e lascio marinare per un’oretta in frigorifero.

Preparo quindi la crema per le quenelle di accompagnamento.
Verso all’interno della ciotola i fiocchi di latte; insaporisco con sale e pepe ed aggiungo l’olio, in modo tale da creare una mousse con l’aiuto di un minipimer.
Fatto ciò, lascio riposare in frigorifero fino ad utilizzo.

Quando il salmone ha marinato, senza scolarlo eccessivamente, lo passo nella granella di pistacchio, così si formerò una bella e profumatissima panatura.
Cuocio poi in una padella antiaderente, senza aggiunta di nessun grasso, per circa 2 minuti per lato.
Ovviamente i tempi di cottura dipendono molto da quanto grossi saranno i vostri cubotti di salmone.

E ora non resta che impiattare!
Ho voluto giocare con i contrasti di colore e far risaltare gli ingredienti: per questo motivo ho utilizzato un piatto nero, che mi funge da tela su cui comporre il mio piatto.

Creo una decorazione a petalo con del pesto di pistacchio; con l’aiuto di due cucchiaini realizzo delle quenelle di mousse ai fiocchi di latte e su ciascuna di esse sistemo un cubotto di salmone. Ultimo il piatto aggiungendo dei granelli di fior di sale alla liquirizia su ciascuna quenelle e ancora un po’ di granella di pistacchio.

Et voilà!

 

 

Ah e per chi volesse conoscere un po’ il racconto del meraviglioso show cooking di cui vi ho parlato poco fa, beh non vi resta che cliccare sulla foto che mi ritrae con Chiara!

 

 

 

 

 

❤ Ti è piaciuta questa ricetta? ❤
Bene! Continua a seguirmi sulla mia
pagina Facebook ANGELA PASSIONE CUCINA
per restare sempre aggiornato!!!

Qui dal mio blog puoi scaricare il testo di ogni ricetta
cliccando sul simbolo pdf presente in cima ad ogni articolo.
Se invece volete seguire la preparazione passo passo,
iscrivetevi al mio canale YOUTUBE e non ve ne pentirete!

Mi trovate anche su InstragramTwitter…. e Pinterest!
Seguimi e sarai sempre aggiornato!