FORNETTO VERSILIA: consigli utili

Fornetto Versilia: un ritorno alla storia! La storia del fornetto Versilia si perde un po’ nella leggenda, ma ciò che è certo è che era un alleato nella cucina delle nostre nonne, quando ma un tempo avere un forno elettrico o a gas in casa o uno a legna in cortile non era prerogativa di tutti. Ecco quindi che, come raccontano “vecchi” ricettari, per cuocere pane , focacce e torte si ricorreva al cosiddetto fornetto di campagna ovvero al fornetto Versilia.

FORNETTO VERSILIA: consigli utili

 

Fornetto Versilia: cos’è?
E’ un pentolone circolare in alluminio, composto da un tegame con un foro centrale ed un coperchio munito di forellini. Ha una funzione diversa rispetto a una normale pentola: si tratta di un piccolo forno, che va posizionato sul fornello a gas per la cottura.

La sua Funzione
Nella pentola fornetto le pietanze cuociono proprio come in un forno: il gas conferisce più vapore che un normale forno elettrico e la fiamma spinge il calore verso l’alto.
All’interno si forma una camera di cottura, in cui la spinta di calore fa aumentare in altezza i preparati ed il vapore (che fuoriesce dai forellini sul coperchio) rende il composto bello soffice e lo aiuta a lievitare meglio.

Curiosità
Una volta lanciato sul mercato ebbe un successo enorme, dato che non era molto costoso, evitava il viaggio al forno comune di paese e bastava un fornello per utilizzarlo. Volete poi mettere la comodità di evitare di usare il forno in estate?

Cottura corretta
Cuocere nel Fornetto Versilia, conosciuto anche come “pentola fornetto” non è stato mai così facile!

In molti di voi mi avete chiesto come evitare che il cibo cotto nel fornetto Versilia, specie se si tratta di lievitati o dolci spugnosi, si bruci sotto e al centro.

Non vi nascondo che anche io ne ho bruciate di preparazioni! O meglio: per evitare che venissero troppo cotte alla base e al centro, finivo per tirarle crude dalla pentola! Se però le facevo cuocere correttamente, ottenevo quel fastidioso effetto “troppo cotto” al centro e alla base.

Perchè accade questo? Beh, la fiamma, seppur al minimo, è a contatto diretto con la base ed il suo calore passa dal centro per poi espandersi all’interno della pentola, portando a una rapida cottura di queste zone.

Gironzolando su internet ho trovato vari consigli utili, che modificati di qui e limati di là, mi hanno portato a suggerirvi questo che sto per dirvi. Gli alleati? Della comunissima carta forno e dell’alluminio!

✔ Regola numero 1
Per cuocere con la pentola fornetto è necessario utilizzare uno spargifiamma, in modo che la fiamma arriverà al cibo lentamente. Rivesti lo spargifiamma con l’alluminio, così si riscalderà più lentamente. Mi raccomando però di forare il centro, per far spandare il calore della fiamma.

✔ Regola numero 2
Per attenuare il calore diretto alla pentola fodera il centro, il foro per intenderci, con dell’alluminio. Fai lo stesso per la base della pentola e delle pareti. Ovviamente sto dicendoti di foderare con l’alluminio la parte esterna del fornetto Versilia.

✔ Regola numero 3
Fodera l’interno con della carta forno, avendo cura di forare sempre il centro. Questo non solo ti aiuta con la cottura, ma sarà così più facile sformare il tuo preparato dopo la cottura.

Ti lascio qui sotto il video passo passo, così ti sarà più facile capire il procedimento.

 

📺 Ecco la video ricetta passo passo 🔻

 

Due ricette col Fornetto Versilia ti interessano? Si?! Allora clicca sulle immagini per accedere alla ricetta!

Precedente Cheesecake, Fior di Caffè Successivo PIZZAmbella, speck e fonduta di scamorza