Cheesecake, Fior di Caffè

Ciao a tutti! Siete pronti a preparare insieme a me questa golosissima cheesecake Fior di Caffè?
Per una napoletana verace come me, non potevo esimermi dal preparare un dessert che avesse come ingrediente principe l’oro nero: il caffè!
E’ risaputo che il cibo, i suoi colori e sapori, evocano ricordi e il caffè a me ricorda tanto mia nonna: lei che quando passavo a salutarla, la prima cosa che mi offriva era una fumante tazza del suo caffè, mentre in estate era sempre pronta nel freezer una vaschetta di granita al caffè che preparava con tanto amore. Non solo: nonna che spesso intonava canzoni napoletane della sua epoca, quella dei ricordi, del bianco e nero, un’epoca se posso permettermi di dire, vintage. C’era una canzone che spesso cantava ed era “ ’a tazza ‘e cafè ” di Capaldo e Fassone, dove si paragonava una donna (Brigida) ad una tazzina di caffè: sopra amara e sotto dolce. E colui che la corteggiava, vantava le sue doti di riuscire a farla cambiare, a renderla dolce, come si fa con una tazzina di caffè, mescolando con un cucchiaino lo zucchero. Ah, il potere dei ricordi…e ora allaccia il grembiule e via in cucina!

 

📺 Ecco la video ricetta passo passo 🔻

 

INGREDIENTI

– per la mousse al caffè

– per la base biscotto

  • 200 g di wafer alla nocciola
  • 80 g di burro sciolto

– per la cream cheese

  • 15 g di colla di pesce
  • acqua q.b.
  • 200 g di cioccolato bianco
  • 500 g di panna da montare
  • 250 g di mascarpone
  • 250 g di yogurt bianco intero

– altri ingredienti

  • 20 savoiardi circa
  • 100 g di caffè amaro
  • 150 g di cioccolato fondente
  • cacao amaro in polvere q.b.

PREPARAZIONE

Per la realizzazione della cheesecake Fior di caffè sono partita dalla fine, ossia dalla mousse al caffè, perchè doveva rapprendersi bene in freezer per essere facilmente sformabile.

In una ciotola verso il preparato in polvere per mousse al caffè, a seguire la gelatina istantanea in polvere ed il latte. Con uno sbattitore elettrico monto dapprima a bassa velocità, fino ad ottenere una mousse bella compatta. Ci vorranno 10/15 minuti. Vedrai che il composto man mano diventerà bello cremoso e cambierà anche colore. Tu monta bene e se il tuo sbattitore è un pochino stanco, fermati e poi riprendi! Dovrai ottenere la consistenza di una panna semi montata.

Fatto ciò verso la mousse all’interno di uno stampo in silicone a forma di girasole (per facilitare lo spostamento di quest’ultimo dal tavolo al freezer l’ho sistemato in una teglia) e lo ripongo in freezer per almeno 5 ore.

Se riesci preparalo la sera prima per il giorno seguente, così sarà super congelato e staccherai alla perfezione lo stampo di silicone. Ah dimenticavo! Mi raccomando dai qualche colpettino alla teglia così le bollicine d’aria saliranno in superficie e avrai una forma di girasole perfetta!

💡 Se hai la gelatina in fogli, comunemente conosciuta come colla di pesce, puoi utilizzarla ugualmente. Come? Il dosaggio è uguale alla gelatina in polvere istantanea, unica cosa che i fogli di colla di pesce andranno reidratati in acqua fredda. Per poi inserirli nella mousse, dovrai scioglierli in un pochino di latte tiepido (preso dal totale) ed aggiunti alla ricetta!
Puoi utilizzare anche l’agar agar: in questo caso te ne serviranno 5 grammi.

E adesso prepariamo la base biscotto della nostra cheesecake Fior di Caffè.
Utilizzo dei wafer alla nocciola, che riduco in polvere su un foglio di carta forno, piegandolo a mò di pacchettino. Sistemo poi la polvere di wafer all’interno di una ciotola, l’amalgamo insieme al burro precedentemente sciolto: non esagerare con le dosi di burro, perché tieni presente che i wafer hanno già la cremina all’interno che riuscirà a compattare bene la base.

Una volta amalgamato bene il tutto, sistemo un anello apribile da 28 cm di diametro rivestito con un foglio di acetato sul vassoio da portata e verso il mix di wafer e burro, compattandolo con un batticarne. Dopodiche ripongo in frigorifero il tempo di preparare la cream cheese.

💡 Al posto dei wafer puoi utilizzare dei biscotti secchi a tua scelta, sia bianchi, che al cacao.

Occupiamoci della crema: per prima cosa bisogna reidratare i fogli di colla di pesce, che metto in ammollo in acqua fredda.
Intanto riduco in piccoli pezzetti il cioccolato bianco, lo metto in una ciotola e ci verso su 100 g di panna presa dal totale riscaldata: lascia riposare così un cinque minuti; sarà più facile sciogliere il cioccolato.

In un’altra ciotola verso il mascarpone, la restante panna e con lo sbattitore elettrico monto fino a creare una consistenza cremosa. Aggiungo poi lo yogurt bianco e dò un’altra montata.

All’interno del composto di panna e cioccolato bianco sciolgo la gelatina precedentemente ammollata e strizzata e quando non ci sarà più la presenza visibile della gelatina, verso il composto all’interno del preparato fatto di panna, mascarpone e yogurt e amalgamo ancora con lo sbattitore elettrico.
Fatto ciò verso metà cream cheese sulla base di biscotti precedentemente preparata e con l’aiuto di una spatola distribuisco in maniera omogenea.

Ho deciso di creare un inserto morbido al caffè, in modo da richiamare poi la mousse. In che modo? Creando uno strato di savoiardi imbevuti nel caffè amaro! Dopodichè ultimo con la restante parte di crema, livello bene e metto a rapprendersi in frigorifer per almeno 4 ore.
Il mio solito consiglio è quello di prepararla sempre la sera precedente così ha tutto il tempo di solidificarsi per bene.

Trascorso il tempo di riposo in frigorifero non bisogna far altro che eliminare l’anello di acciacio ed il foglio di acetato, per poi passare alla parte creativa e decorativa.
Ho deciso di decorare la cheesecake Fior di Caffè con un anello di cioccolato fondente.
Anche qui ho utilizzato un foglio di acetato sul cui retro ho segnato due linee dell’altezza della torta (più o meno ahah) e ci ho pennellato uno strato sottile di cioccolato fondente temperato.

Sistemo i due rettangoli di cioccolato fondente intorno alla torta in modo che l’abbraccino, formando un delizioso anello di cioccolato fondente. Lascio riposare in frigorifero una mezz’ora, dopodiché, eliminando l’acetato, la decorazione è pronta!

Ho solo rifilato i bordi, scaldando sulla fiamma la lama di un coltello e poi utilizzando varie misure di beccucci della sac à poche, leggermente scaldati, decoro creando tanti cerchietti tutti intorno all’anello di fondente: otterrai una decorazione facile è d’effetto!

Infine sformo il fiore di mousse al caffè dallo stampo in silicone e lo sistemo sulla torta: per dare un tocco di colore ho spolverizzato del cacao amaro al centro del fiore!

💡Che sbadata! Stavo dimenticando di dirti come fare a temperare il cioccolato! Ti rimando alla ricetta dei tartufini, dove ho spiegato come fare! Clicca sull’immagine!

 

 

 

Et voilà: la mia cheesecake Fior di Caffè è pronta!
Sarà lei la madrina del mio nuovo contest, in occasione dei 5 anni del mio blog!
Continua a seguirmi…Ciao!

Precedente Frittata estate con patate e erba di San Pietro Successivo FORNETTO VERSILIA: consigli utili