Uovo di Pasqua

%name Uovo di Pasqua
Uovo di Pasqua fatto in casa si può? È difficile il temperaggio? Le prime domande che ci si pone al pensiero di poter realizzare in casa un uovo di Pasqua, be la risposta é si é possibile e non è nemmeno difficile temperare il cioccolato, certo farlo su un piano e con una spatola lo lasciamo ai maestri cioccolatieri noi, lo facciamo in modo più semplice e casalingo senza combinare disastri con il rischio di buttare tutto. Io ho provato a creare in casa l’ uovo di Pasqua l’ anno scorso, addirittura la notte che precedeva la Pasqua visto che sono riuscita a trovare lo stampo ormai al limite del tempo, volevo accantonare tutto e provarci quest’ anno ma non ho resistito e mentre tutti dormivano mi sono messa all’ opera pensando alla felicitá delle mie figlie la mattina dopo trovando la sorpresa sul tavolo d’altronde si cucina per rendere felice qualcuno e se il qualcuno sono le tue figlie ci metti il triplo dell’ amore. Sono rimasta davvero sorpresa del risultato dopo aver assemblato il primo uovo, ho deciso cosi di farne un’ altro con cioccolato bianco adorato da mia figlia Ilaria e uno fondente per la mia mamma, le sorpresine non erano granché ma almeno non era vuoto. Come dicevo prima per non combinare pasticci invece di temperare il cioccolato su un piano e con una spatola ho pensato di usare una bella ciotolona d’acciaio una frusta e un cucchiaio facendo movimenti veloci e usando il cucchiaio per allungare il cioccolato e raffreddare velocemente. Domani rifarò le uova di Pasqua, avrei potuto aspettare a scrivere l’ articolo con foto più belle ma, ho preferito usare le foto appunto del mio primo esperimento uova di Pasqua proprio per invogliarvi a provarci dimostrandovi che non è cosi difficile ed un piacere indescrivibile realizzarlo, potete poi decorare o meno la superficie usando pasta di zucchero, ghiaccia, frutta secca, lascio a voi di finirlo con fantasia, io avendo poco tempo e sonno io ho usato la pasta di zucchero che avevo in casa, stampini a fiore e colomba, qualche confettino di zucchero e colorante in polvere alimentare. Che dite vi ho invogliato a realizzare l’ uovo di pasqua con le vostre mani? Allora procuratevi uno stampo appunto per uova di cioccolato in policarbonato, un termometro e l’ occorrente che più vi piace per la decorazione, rispettate le temperature, il riposo in frigo e ….. pronti all’ avventura uovo di pasqua, seguitemi in cucina vi spiego come fare.

Temperaggio:Serve a stabilizzare le molecole del burro di cacao é fondamentale per ottenere un cioccolato lucido, consistente e duraturo.

Temperaggio del cioccolato e temperature per ogni tipo di cioccolato
28-30° Cioccolato Bianco
28-30° Cioccolato al Latte
31-32° Cioccolato Fondente

%name Uovo di Pasqua

 

Uovo di Pasqua

Cosa ci occorre
Tipo di cioccolato a piacere 300gr
Stampo in policarbonato della misura che preferite ( io ho scelto una misura media)
Spatola
Guanti in lattice
Termometro
Decorazioni varie secondo il proprio gusto e fantasia
image 2 320x386 Uovo di Pasqua
Procedimento
Prima di iniziate assicuratevi che lo stampo sia ben pulito e asciutto. Temperate, il cioccolato facendolo fondere in una ciotola a bagno maria, facendo attenzione che l’acqua sottostante non bagni il cioccolato in fusione. Mescolate, controllando con il termometro che la temperatura arrivi a 45-47º.
image 3 320x320 Uovo di Pasqua
Appena il cioccolato arriva a temperatura trasferitene una parte in una ciotola di vetro o acciaio grande, lavorando con la frusta velocemente per raffreddarlo e allungandolo con il cucchiaio facendo scendere la temperatura a 28º, quindi aggiungete qualche cucchiaio del cioccolato lasciato a bagno maria.
image 4 320x427 Uovo di Pasqua
A questo punto controllate che la temperatura sia di 30º, quindi il cioccolato è temperato e potete distribuirlo nella forma di policarbonato.
%name Uovo di Pasqua
Girate lo stampo velocemente in modo che il cioccolato si distribuisca ovunque ma non oltre il bordo.
%name Uovo di Pasqua
Pulite quindi l’ eccesso aiutandovi con una spatola.
%name Uovo di Pasqua

%name Uovo di Pasqua
Girate lo stampo e adagiatelo su un piano ricoperto con carta forno facendo colare l’eccesso che si potrà riutilizzare.
%name Uovo di Pasqua
Riponete lo stampo in frigo per 20-25minuti, fino a quando il cioccolato si sarà solidificato e inizierà a staccarsi dallo stampo, a questo punto le mezze uova dovrebbero sformarsi senza fatica. Maneggiando l’uovo di cioccolata indossate i guanti in lattice per non rovinare l’ estetica con antipatiche macchie o segni.
%name Uovo di Pasqua
Ponete all’interno la sorpresa e attaccate l’una all’altra le forme, passando i bordi di entrambe, ma molto velocemente su una placca da forno calda e farele combaciatele.
%name Uovo di Pasqua
Ponete l’uovo di pasqua formato su una ciotolina in modo che finisca di asciugarsi, quindi eliminate il cioccolato in eccesso su tutto il con un coltellino facendo attenzione a non rovinare l’uovo. A questo punto l’uovo di pasqua è pronto, potete rifinirlo decorandolo a piacere come ho fatto io usando la pasta di zucchero, lascio a voi la fantasia di decorarlo pensando alla persona a cui lo donerete.
%name Uovo di Pasqua

%name Uovo di Pasqua
Confezionate l’uovo di pasqua usando sacchetti in propilene per alimenti oppure con carta decorativa per alimenti, conservate lontano da fonti di calore.
%name Uovo di Pasqua

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.