Pizza ricetta base

image97 Pizza ricetta base

Chi non ama la pizza,dal bambino all’adulto penso sia il piatto preferito,per eccellenza.Questa è la mia ricetta base della pizza,è come la faccio da sempre.Con il tempo ho imparato a usare sempre meno lievito di birra, sono passata a utilizzare il lievito madre,a fare le pieghe di rinforzo. qui nella foto è condita con passata di pomodoro,scamorza affumicata,panna e mozzarella,squisita e delicata.
La ricetta base della pizza che vi propongo, l’ho modificata nei dosaggi minimi di lievito di birra. È la mia ricetta originale, nel senso di come ho imparato nel tempo a fare quest’impasto.E ancora continuo a sperimentare e imparare. Chi mi segue, lo vede, anzi impastiamo anche insieme. Se volete cimentarvi, e avete più tempo che è quello che ci vorrebbe per tutti i lievitati vi consiglio di cambiare le dosi del lievito di birra a pochi grammi.Imparando a impastare almeno 12 ore prima di cuocere la pizza, lasciando l’impasto in frigo a maturare. Vi ricordo, come per tutte le ricette che per un buon prodotto finale ci vuole una materia prima di ottima qualità. Lo dico da tempo, ho imparato anch’io. Utilizzare farine italiane, se possibile macinata a pietra. Se non avete un mulino nelle vicinanze comprate online vale davvero la pena volersi bene non credete? Ricordate che noi siamo quello che mangiamo, ne vá della nostra salute. Pronti a impastare la pizza? Vi aspetto qui o nella pagina di fb per qualsisi dubbio o consiglio. Buona pizza

Ingredienti
500 g di farina tipo 1
2 g di lievito di birra fresco o 150 g di lievito madre rinfrescato
380 g di acqua
10 g di miele di castagno
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
15 g di sale
Procedimento
Sciogliere il lievito di birra in poca acqua a temperatura ambiente,amalgamare con un pò di farina,coprire e lasciare che l’impastino raddoppi di volume. Se usate il lievito madre procedete come dalla prossima riga.
Appena il lievitino è pronto, o il lievito madre aggiungerlo alla farina e metà acqua. Iniziare a lavorare, unire l’olio, il miele, lasciate assorbire e continuare a inserire a filo ancora una parte di acqua. Ci vorranno 10 minuti in planetaria a velocità media prima che l’impasto diventi liscio. Unite il sale e il resto dell’acqua. Lasciare assorbire, lavorando ancora 2 minuti. Lasciare riposare l’impasto coperto per un’ora. Passato il tempo fate qualche piega di rinforzo. Oleare un recipiente e adagiare l’impasto all’interno. Coprire e mettere in frigorifero nella parte più fredda. Lasciare maturare l’impasto almeno 12 ore. Passato il tempo togliete dal frigorifero, lasciate acclimatare due ore. Poi senza lavorare l’impasto fare le pezzature da 250-290 g per la pizza al piatto. Dividere a metà per la pizza in teglia. Pirlare i panetti, spolverare con poca farina. Coprire e lasciare lievitare coperto in un luogo asciutto e senza correnti d’aria. Cu vorranno dalle 6 alle 8 ore e secondo la temperatura del momento, prima che l’impasto sia pronto.
image98 Pizza ricetta base

Stendere la pasta delicatamente, partire dal centro verso l’esterno, lasciare i bordi più alti. Utilizzare solo le mani e non il mattarello per non rovinare la lievitazione.

Farcire con ingredienti a piacere

Cuocere nella parte bassa nel forno preriscaldato, modalità ventilato a 250º per circa 10 minuti circa. Regolarsi sempre secondo il proprio forno.

In forno statico o a gas nella parte bassa per 15 min

Servire immediatamente

image99 Pizza ricetta base

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.