Pizza fritta

image19 Pizza fritta
Pizza fritta un’altra ricetta tradizionale napoletana,nata dalla loro creativitá nei vicoli napoletani appunto.La pizza fritta nasce nel dopoguerra dove anche la classica pizza era un lusso,detta la pizza dei poveri,proprio per la scarsitá degli ingredienti utilizzati infatti per l’impasto si usa farina,acqua e lievito,per il condimento formaggio grattugiato e salsa di pomodoro cotta.La pizza fritta veniva anche chiusa e farcita ma sempre con ingredienti poveri tipo la ricotta e ciccioli che davano sapore e gusto.Io amo tantissimo la pizza fritta,anche se non la preparo molto spesso proprio perchè fritta,mi ricorda tantissimo la mia infanzia,infatti mia mamma in periodi un pò magri non potendo portarci fuori a mangiare la classica pizza,ci preparava appunto la pizza fritta bastava una padella piena di olio,il profumo della salsa di pomodoro,il formaggio grattugiato e qualche foglia di basilico a portare allegria in cucina e rendere speciale una serata passata in casa tra le nostre risate e i racconti di gioventù dei miei genitori.Racconto alle mie figlie di tutto ciò e anche loro adorano la pizza fritta e ogni tanto mi chiedono mamma ci prepari la pizza dei poveri? Come dire di no,ogni tanto il fritto se fatto bene non fá male.Il vero condimento sarebbe con la salsa di pomodoro cotta,poco formaggio grattugiato e una foglia di basilico,assaggiatele cosi ma oggi vi propongo la versione più ricca con mozzarella,pomodoro e rucola.Come vedete dalla foto potete preparare anche dei calzoni farciti a vostro piacere e piccole palline da passare poi nello zucchero.La pizza fritta poi non necessitá di grandi attenzioni nella lievitazione e nella preparazione,certo il massimo sarebbe prepararla con lievito madre ma i tempi di lievitazione sarebbero molto lunghi,invece con gli ingredienti che leggete di seguito bastano poche ore,quindi se impaste adesso fate ancora in tempo a telefonare agli amici comprare birra e cocacola e godervi una bella serata in allegria a casa propria.

Ingredienti
500 gr di farina 0 macinata a pietra
10 gr di lievito di birra fresco
20 gr di sale fino
350 gr di acqua

Per condire
400 gr di mozzarella
600 gr di salsa di pomodoro giá cotta
rucola a piacere
2-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Per friggere
Olio di semi di mais o girasole

Preparazione
Versate in una ciotola capiente poca acqua in cui scioglierete il lievito di birra fresco,versate adesso il resto dell’acqua,la farina, e il sale. Amalgamate bene e impastate fino a quando l’impasto risulterà morbido e liscio. Mettete l’impasto in una grande ciotola e coprite con la pellicola,fatelo crescere cioè lievitare in luogo caldo(forno con luce accesa)fino al raddoppio.
Quando l’impasto sará raddoppiato trasferitelo su un piano di lavoro infarinato e senza sgonfiarlo rompendo quindi la lievitazione,staccate piccoli pezzi tanto da formare delle palline decidendo a piacere la grandezza delle pizze che vorrete ottenere e secondo la padella che avete a disposizione per friggere.Dopo aver diviso l’impasto in tante palline schiacciatele al centro e allargatele formando appunto la pizza tonda da friggere,attenzione a non renderle troppo sottili.
Friggere velocemente le pizze da ambo i lati in abbondante olio bollente di semi di mais o girasoli.Porre mano a mano le pizze fritte su carta assorbente e tamponandole appunto con altra carta assorbente per eliminare l’olio di frittura in eccesso.Condire immediatamente le pizze mano a mano che vengono fritte,senza aspettare di friggerle tutte.Le pizze fritte vanno mangiate calde,quindi appena fritte,asciugate e condite.

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.