Lievito madre

image30 Lievito madre

Il lievito madre è un impasto di acqua e farina che durante il processo di fermentazione sviluppa batteri e fermenti lattici che favoriscono la lievitazione naturale,ed è il segreto che non tutti conoscono per un buon pane, anche di quello fatto in casa.La pasta madre è comunque utile anche per preparare dolci dai panettoni, pandori,colombe alle brioche,croissant fino alle semplici frittelle.Insomma la pasta madre è utile sia per lievitati dolci che salati.La pasta madre, è anche detta pasta acida,lievito naturale e lievito madre appunto.Due sono gli ingredienti importanti per aver un lievito madre forte e attivo amore e pazienza,ma sarete ricompensati da lievitati digeribili,leggeri e soffici.Usate una farina macinata a pietra e non manitoba mi raccomando.Se vi ho convinti a provare l’emozione del lievito madre oltre a questo articolo nel blog,trovate anche un evento nella mia pagina facebook che resta fisso senza scadenza,vi aspetto li con il passo passo fotografico giornaliero,vi aiuterò in qualsiasi momento deciderete di iniziare quest’avventura.Procuratevi una ciotola un barattolo a chiusura ermetica ,acqua naturale,un elastico,della pellicola per alimenti,oppure un velo quelli che si utilizzano per i confetti…l’avventura ha inizio.
image35 300x254 Lievito madre
Ingredienti per iniziare
200 gr di farina 1 macinata a pietra
100 gr di acqua a temperatura ambiente

Per i rinfreschi
Farina 1 macinata a pietra
acqua a temperatura ambiente

Mescolate acqua e farina in una ciotola e ponete l’impasto ottenuto in un vasetto di vetro pulito,coprite con pellicola che buchellerete in superficie per lasciare respirare l’impasto durante la lievitazione.Mettere il vasetto in un luogo fresco per 48 ore.
Passate le 48 ore togliete eventualmente la crosta che si sará formata e rifate un panetto utilizzando 200 gr di farina,200 gr di impasto del vasetto e 100 gr di acqua,senza scoraggiarvi se vi sembra che nulla sia cambiato.Riponete ancora il vasetto coperto da pellicola in luogo fresco per altre 48 ore.
Passate le 48 ore si comincia con rinfreschi giornalieri e cioè ogni 24 ore,sempre prelevando 200 gr di impasto sotto la crosta,200 gr di farina e 100 gr di acqua impastare e rimettere nel vasetto coprire e riporre in un armadietto.Ripetere quindi questa operazione per 14 giorni.Dal 15° giorno il lievito madre è attivo ma vá tenuto vivo con rinfreschi settimanali anche se non utilizzato e riposto in frigorifero in un barattolo chiuso da ora ermeticamente.Ricordatevi che per i vostri futuri impasti andranno all’incirca 150 gr di lievito madre,e che al momento che decidete di usarlo per la vostra ricetta prelevate una parte che rinfrescherete con farina dello stesso peso del lievito madre posto nel vasetto e di metá acqua coprite e ricordatevi di unire alla preparazione della ricetta durante la sua fase attiva e cioè dalle 4 alle 6 ore ma non superate questo tempo altrimenti il lievito madre perderá in attivitá.Rinfrescate anche quello rimasto nel vasetto sempre secondo il suo peso lasciare a temperatura ambiente 1 ora e poi riporre in frigorifero fino al prossimo utlizzo.image34 242x300 Lievito madre

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.