Ciambella di semola all’olio d’oliva

Ciambella di semola all’olio d’oliva, con lievito madre. Era da tempo che desideravo provare un lievitato dolce con la semola rimacinata, soddisfatta del risultato a prova di chi dice che la semola si usa solo per fare il pane e che appunto i lievitati non vengono bene. Provatela e fatemi sapere, ma vi assicuro che rimarrete stupiti dalla sofficità di questa semplice ciambella di semola all’olio d’oliva.
IMG 7205 712x1080 Ciambella di semola all’olio d’oliva
Ciambella di semola all’olio d’oliva
Ingredienti

450 g di semola rimacinata (io di mulino salentino)
100 g di zucchero integrale di canna
5 g di sale
4 uova intere
40 gr di olio extravergine d’oliva
1 bacca di vaniglia
1 limone non trattato
1 arancia non trattata
100 gr di yogurt al naturale
100 gr di lievito madre
zucchero a velo
Preparazione
Ponete in planetaria la semola rimacinata, il lievito madre spezzettato, lo yogurt, l’olio extravergine d’oliva, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e la buccia grattugiata dell’arancia e del limone facendo attenzione a non prelevare la parte bianca. Iniziate a lavorare a bassa velocità e con la frusta a scudo, unite uno alla volta le uova aspettando sempre che si assorba uno prima di unire l’altro. Aumentate di poco la velocità della planetaria e lavorate fino a far incordare l’impasto ci vorranno circa 10-15 minuti, quindi unite il sale, cambiate gancio e utilizzate la spirale per completare l’incordatura che sarà perfetta quando tutto l’impasto sarà avvolto alla spirale lasciando i bordi della ciotola puliti. L’impasto finale dovrà essere liscio, morbido, elastico e non appiccicoso; tirando e allargando l’impasto dovrà formarsi il cosidetto “velo” prova di un impasto ben lavorato e incordato. Coprite e lasciate riposare l’impasto 1 ora, quindi procedete con tre pieghe a libro allargando l’impasto con le mani, tre pieghe con riposo di 45 minuti tra una piega e l’altra. Formate adesso una palla con l’impasto, ponete in una ciotola e lasciate maturare in frigorifero per 24 ore. Passato il tempo togliete dal frigorifero, fate acclimatare per un’ora e dividete l’impasto in due se utilizzate stampi a ciambella di carta da 500 g, oppure utilizzate l’intero impasto per un solo stampo di carta a ciambella da 1 kg. Con le dita formate un buco al centro dell’impasto allargandolo tanto da farlo passare sopra lo stampo. Coprite con la pellicola per alimenti e lasciate lievitare fino a quando non raggiunge il bordo dell’impasto, ci vorranno dalle 4 alle 6 ore, a seconda della forza del lievito madre e la temperatura della stanza al momento; oppure lasciate lievitare in cella a 28º. Preriscaldare il forno a 180º, spennellate la superficie della ciambella con poco latte, fate cuocere in forno a 165º per 25 minuti ventilato al centro del forno le pezzature da 500 g e per 50 minuti le pezzature da 1 kg. In ogni caso regolarsi secondo il proprio forno, i tempi cambiano se utilizzate stampi di altro materiale che andranno anche imburrati e infarinati per evitare che si attacchi durante la cottura. Controllate sempre la cottura inserendo uno stecchino che dovrà risultare perfettamente asciutto. Lasciate raffreddare e servite con una spolverata di zucchero a velo. Conservate la ciambella di semola all’olio d’oliva in sacchetti per alimenti si manterrà soffice per una settimana.

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.