Torta Frullata al Cioccolato – Vanessa C.

La Nostra amica Vanessa C. ci ha inviato la sua Torta Frullata al Cioccolato, una torta facile e veloce da preparare!

Torta Frullata al Cioccolato

Vediamo, passo passo, come si prepara

Ingredienti per una tortiera da 20/22 :

  • 300 gr farina 00
  • 200 gr yogurt bianco intero
  • 180 gr zucchero
  • 150 ml olio di semi di girasole
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo

Preparazione:

Procedimento per fare la torta frullata al cioccolato:

Mettete direttamente nel bicchiere del frullatore le uova e lo zucchero e azionate il frullatore.

Aggiungete lo yogurt, l’olio di semi, il cacao, la farina e per ultimo anche il lievito per dolci.

Iniziate a frullare a bassa velocità e continuate a frullare al massimo fino a che vedrete che l’impasto sarà omogeneo e senza grumi.

Se doveste avere fatica a frullare potete spegnere il frullatore, girare con un cucchiaio e poi riazionare successivamente il frullatore.

Prendete una teglia possibilmente a cerniera, imburrata e infarinata oppure con carta forno oppure oleata e versate il composto della torta.

Livellate la superficie e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti circa.

Prima di sfornare fate sempre la prova stecchino per controllare se è cotta anche all’interno.

Se dovesse colorire troppo sopra e dentro essere ancora molle potete coprirla con un foglio di carta stagnola e continuare la cottura.

Fatela raffreddare completamente e spolverizzate con zucchero a velo.

Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 25 minuti
  • Tempo di cottura: 45 minuti
  • Tempo totale:  60 minuti

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Ciambellone cioccolato al bicchiere

Torta a cuore al cioccolato

Torta margherita con farina di castagne e cioccolato fondente

Approfondimenti

Se è vero che i cibi più buoni sono anche quelli più pericolosi per la salute, il cioccolato sembra essere la classica eccezione che conferma la regola, o almeno in parte.

Chi vuole beneficiare a pieno del suo prezioso carico di antiossidanti deve infatti abituarsi ai risvolti amarognoli del fondente, rinunciando al gusto cremoso del cioccolato bianco e a quello vellutato delle barrette al latte.

Non a caso, il cioccolato fondente rappresenta una delle più generose fonti alimentari di flavonoidi, rinomati antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, come il tè, il vino rosso, gli agrumi ed i frutti di bosco.

Tanto maggiore è la percentuale di cacao nell’amata tavoletta e tanto superiore è la presenza di flavonoidi. In media, 100 grammi di fondente ne contengono 50-60 mg, mentre in un’analoga quantità di cioccolato al latte ne ritroviamo soltanto una decina di mg.

Addirittura nulla è invece la percentuale di flavonoidi nel cioccolato bianco.

Dal punto di vista quantitativo, il contenuto in flavonoidi del fondente si avvicina a quello dei frutti di bosco (alimenti antiossidanti per eccellenza), mentre sotto il profilo qualitativo rispecchia, con le sue catechine, il potere antiossidante del the verde.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/cioccolato.html

Precedente Caponata in agrodolce - Corrado L. Successivo Centrifrugato dimagrante e antiossidante fragole, zenzero e limone – Rita Z.