Spaghetti trafilati al bronzo al tonno

Spaghetti trafilati al bronzo con datterini gialli e rossi tonno e rucola della nostra amica Beatrice Pipino, un primo piatto estivo semplice, gustoso e veloce da realizzare!

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Preparazione

  1. Spaghetti trafilati al bronzo al tonno

    Ingredienti

    -300gr di spaghetti trafilati a bronzo
    -250gr datterini rossi
    -250 gr datterini gialli
    -200gr di rucola
    – olio evo qb
    – 1 scalogno
    -1 spicchio di aglio in camicia
    -2 scatolette di tonno al olio grandi
    -olive nere denocciolate qb

  2. Procedimento

    Portare a bollore una pentola con acqua salata, non appena bolle sbollentare velocemente la rucola

    Scolare la rucola metterla da parte, l’acqua non va buttata perché servirà per cuocere la pasta

    Lavare e tagliare a metà i datterini o come preferite

    In una salta pasta mettere olio l’aglio in camicia schiacciato e lo scalogno tritato finemente fare un leggero soffritto

    Aggiungere il tonno sgocciolato fare insaporire dopo aggiungere I datterini tagliati, rimuovere l’aglio versare la rucola e le olive fare insaporire il tutto

    Le verdure devono restare croccanti, a me piacciono così
    poi dipende dal proprio gusto personale

    Nel frattempo cuocere la pasta al dente, a fine cottura versarla nella salta mescolare con 2 cucchiai di legno impiattare una spolverata di pepe macinato al momento e buon appetito

  3. Tutte le ricette dei membri di Amici in cucina catalogate per tipologia li trovate nei blog:

    https://blog.giallozafferano.it/amicincucina/

    http://blog.giallozafferano.it/idolcidiamiciincucina

    Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

    Torna alla HOME PAGE

Approfondimenti

La trafilatura al bronzo è il procedimento tramite cui l’impasto di semola e acqua usato per fare la pasta secca viene fatto passare per estrusione/compressione attraverso una trafila in bronzo. La trafilatura dà dunque forma alla pasta ma ne determina anche la lunghezza grazie a coltelli rotanti che tagliano l’impasto forgiato che esce dalla matrice appunto secondo la lunghezza desiderata.

La trafilatura può essere al bronzo o al teflon: le matrici, gli stampi, possono essere cioè in bronzo (più costosi) o in teflon. La differenza tra le due tecniche si percepisce soprattutto nella diversa struttura esterna del prodotto finale, cioè nella diversa superficie della pasta, per una porosità e conseguente capacità di catturare condimenti e sapori che cambia.

tratto da: https://www.artimondo.it/magazine/trafilatura-al-bronzo-glossario-artigianato/

Precedente Macedonia di mango e ciliege Successivo Lasagnetta monoporzione con asparagi e gorgonzola

Lascia un commento