Sfogliatelle ricce campane – Rita D.

La nostra amica Rita D. ci propone uno dei dolci tipici della tradizione campana – Le sfogliatelle ricce.

Sfogliatelle ricce

Vediamo, passo passo, come si preparano

Ingredienti per 12 sfogliatelle  :

  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare già pronta
  • 150 gr di burro sciolto e fatto intiepidire

Ingredienti per il ripieno

  • 1 litro di latte,
  • 1 pizzico di cannella
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
  • 260 gr di zucchero
  • 500 gr di ricotta
  • 300 gr. di semolino
  • 240 gr. di scorzetta canditi e cedro
  • 70 gr. d’ acqua di fiori d’arancio.

Decorazione:

Preparazione:

Procedimento del ripieno:

Prendete una pentola, versate il latte aggiungete 1 pizzico di sale e portate a ebollizione.

Poi versate a pioggia il semolino mescolando sempre per altri 5 minuti, poi spegnete il gas e fate raffreddare completamente.

Da parte in un contenitore inserite la ricotta, amalgamate bene il tutto e poi aggiungete il semolino raffreddato e passato precedentemente al setaccio.

Unite poi i canditi e il cedro tagliati a pezzettini, la cannella, l’acqua di fior d`arancio,lo zucchero e infine inserite le uova intere.

Mescolate bene il tutto amalgamando bene tutti gli ingredienti.

Prendete dal freezer la pasta sfoglia, stendetela su un piano da lavoro , con un coltello formate tre strisce larghe per il lungo spennellate con il burro sciolto la prima striscia e sovrapponete la seconda spennellate nuovamente e sovrapponete la terza striscia schiacciate leggermente arrotolate la pasta sfoglia ben stretta avvolgetela in carta forno a uso caramella e riponete in freezer per 1 ora,trascorso il tempo tagliate sei cerchi di 1 centimetro.

Con i pollici spingete il centro della fetta, girella, verso l’esterno facendo attenzione a non rompere niente, lavorate sempre in tondo in modo da allargare man mano la girella .

A questo punto otterrete un cono che verrà riempito con l’impasto preparato in precedenza, abbondate mi raccomando, posizionate le ricce sulla teglia con carta forno o leggermente strofinate di strutto e non chiudetele, le conchiglie devono restare aperte.

Infornate a 190° per 25-30 minuti oppure regolatevi secondo il forno che avete in casa.

Quando sono cotte lasciate raffreddare e poi spolverizzate con zucchero a velo

Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 30 minuti
  • Tempo di cottura: 30 minuti
  • Tempo totale:  60 minuti

Tutte le ricette dei membri di Amici in cucina catalogate per tipologia li trovate nel blog:

https://blog.giallozafferano.it/amicincucina/

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Pastiera Napoletana

Casatiello dolce alla frutta Pasquale

Struffoli

Approfondimenti

La Sfogliatella è un dolce tipico della pasticceria campana e si presenta in due varianti principali: può essere riccia, se preparata con pasta sfoglia, oppure frolla, se preparata con la pasta frolla.

La sfogliatella (nel dialetto di Teramo: la sfujatèlle) è un dolce diffuso anche nel territorio abruzzese, in particolare teramano, in cui è preparata nel periodo di Natale. Tratto da:

La sfogliatella nasce nel XVIII secolo nel conservatorio di Santa Rosa da Lima, in provincia di Salerno.

Questa nasce quasi per caso: era avanzata nella cucina del convento un po’ di pasta di semola, invece di buttarla, aggiunse frutta secca, zucchero e limoncello, ottenendo un ripieno.

Utilizzò allora un cappuccio di pasta sfoglia per ricoprire il ripieno e mise tutto nel forno ben caldo. Il dolce riscosse molto successo tra gli abitanti delle zone vicine al convento, prese il nome di Santarosa in onore della santa a cui era dedicato il convento.

Nel 1818, il pasticcere napoletano Pasquale Pintauro, entrò in possesso della ricetta segreta della Santarosa, portando il dolce a Napoli, modificando (leggermente) la ricetta, introducendo la variante riccia-sfoglia inventando la sfogliatella classica.

Esistono, oltre alla sfogliatella riccia e frolla, due varianti del dolce campano: la santarosa, da cui è nata l’odierna sfogliatella, e la coda d’aragosta (a Salerno conosciuta come Apollino), una variante della sfogliatella riccia, molto più grande ed allungata e ripiena di panna montata, crema cioccolato, crema chantilly o marmellata.

Tratto da : https://it.wikipedia.org/wiki/Sfogliatella

Salva

Salva

Salva

Precedente Nuvola nera - facile, veloce e buonissima – Annamaria D. Successivo Trofie al salmone affumicato – Gilda C.