Crea sito

Seppioline con finocchi grigliati – Amerigo M.

Un secondo gustosissimo e colorato……seppioline con finocchi grigliati su purea di finocchi …con aceto balsamico e chicchi di melograno del nostro amico Amerigo M.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Medio

Ingredienti

Preparazione

  1. Ho grigliato prima i finocchi tagliati a fette e poi le seppioline, per la purea, ho bollito mezzo finocchio, l’ho messo nel frullatore con olio, qualche fogliolina di basilico e un po’ di pinoli e ridotti a crema.

    Ho sgranato mezzo melograno ed ho messo da parte un po’di chicchi per decorare il piatto.

    In un barattolo con chiusura ermetica ho emulsionato olio, sale, aceto e un pezzetto d’aglio che ho poi tolto, ho versato il condimento sulle seppioline e sui finocchi grigliati.

    Sono passato all’impiattamento, mettendo la purea sul fondo del piatto, poi alternando un pezzo di seppia con una fetta di finocchio, ho decorato con un ciuffetto di finocchietto, un filo d’olio e di aceto balsamico e per finire i chicchi di melograno.

    Buon Appetito!!!

    Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

    Torna alla HOME PAGE

    Vedi anche

    Spaghetti con sugo di seppioline ripiene

Approfondimenti

Dimensioni a parte, per una buona riuscita delle preparazioni a base di seppie, sono determinanti la giusta scelta di:

  • Freschezza-conservazione
  • Luogo di provenienza.

E’ dunque utile specificare che il congelamento, oltre a facilitare notevolmente la pulizia delle seppie, determina una frollatura estremamente utile all’intenerimento delle carni degli esemplari adulti.

Questo processo è fondamentale se le seppie vengono preparate arrostite, sia in griglia che al forno, e SOPRATTUTTO se la materia prima è di derivazione NOSTRANA.

Le seppie del mar Mediterraneo, infatti, vantano caratteristiche organolettiche e gustative di gran lunga superiori rispetto alle analoghe provenienti dall’oceano Atlantico, ma le loro carni FRESCHE risultano notevolmente consistenti. Sinceramente, salvo per i risotti (nei quali andranno tagliate ben sottili), consiglio SEMPRE di congelare le seppie del mar Mediterraneo (se fresche) prima della cottura; al contrario, i grossi esemplari dell’oceano Pacifico (che sono SEMPRE congelati o decongelati) non necessitano alcun trattamento casalingo col freddo (queste seppie sono quindi più pratiche, più economiche, ma di certo meno saporite).

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.