Crea sito

Polpettine di zucca alla noce moscata – Valeria Annabel

La nostra nuova amica Valeria Annabel ci invia la ricetta di queste splendide e sicuramente buonissime polpettine di zucca alla noce moscata con la crosticina di pecorino.

Polpettine di zucca alla noce moscata

Vediamo, passo passo, come si preparano

Ingredienti:

Preparazione:

Zucca fatta a cubetti abbastanza piccini, unto leggermente una teglia, e messi su con sale e pepe, forno a 180° ventilato per 35 minuti.

Lasciata raffreddare la zucca l’ho messa in una ciotola, schiacciata con la forchetta e l’ho condita ancora con un po’ di noce moscata e un po’ di pecorino grattugiato.

Mescolato tutto per bene ho cominciato a fare le polpettine piccole quanto un’ oliva ascolana e le ho impanate senza uovo o ulteriore olio perché erano già belle appiccicose con la farina per la polenta, ne basta poca per fare una bella panatura.

Altri 10 minuti in forno sempre a 180 gradi, ma stavolta col grill, e gli ultimi 5 minuti, siccome mi era avanzato un po’ di pecorino ce l’ho messo sopra in modo che facesse la crosticina ma non bruciasse.

Una volta tiepide ci ho messo su un pizzichino di prezzemolo tagliato fresco perché a me piace con la zucca, ma è del tutto facoltativo!

Buon Appetito!

 Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 30 minuti
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Tempo totale:  70 minuti

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Parmigiana di zucca rossa

Panini alla zucca

Pane alla zucca

Riso alla zucca

Spaghettoni con crema di zucca e pancetta

Zucca in agrodolce alla siciliana

Approfondimenti

Contrariamente a quanto si possa pensare, la zucca, dolcissima e gustosa, è un alimento amico delle diete povere di calorie, adatta persino ai diabetici per la scarsità in termini glucidici.

Nonostante gli impieghi della zucca in cucina siano davvero numerosissimi, non dobbiamo dimenticare che la pianta – grazie alle innumerevoli proprietà benefiche – viene assai utilizzata anche in ambito erboristico, fitoterapico e cosmetico.

I semi, come abbiamo visto nel precedente articolo, possono essere mangiati previa salatura ed essiccazione (od arrostimento in forno); anche i fiori sono mangerecci, e sono squisiti fritti o, semplicemente, scottati in padella come base per frittate o pasta.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/benessere/zucca-proprieta.html

Salva

Salva