Crea sito

Piadine (sorelle Montalbano) – Teresa A.

 Facili veloci e genuine , ecco le piadine della nostra Amica Teresa A. Sicuramente da provare!

Piadine (sorelle Montalbano)

Vediamo, passo passo, come si preparano

Ingredienti per sette piadine:

  • 500 gr di farina 00
  • 110 ml di acqua
  • 110 ml di latte
  • 1 cucchiaino di sale
  • Un po’ di bicarbonato
  • 80 gr di strutto o olio

Preparazione:

Ho impastato il tutto a mano fino a formare un panetto ho lasciato riposare una mezz’oretta poi ho formato delle palline steso con mattarello e cotto in una padella calda .

Da  farcire a vostro piacimento

Buon appetito!

Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 45 minuti
  • Tempo di cottura: 15 minuti
  • Tempo totale:  60 minuti

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Piadina con porchetta

Panini all’olio d’oliva

Approfondimenti

La piadina romagnola è un prodotto alimentare composto da una sfoglia di farina di grano, strutto od olio di oliva, bicarbonato o lievito, sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo), ma oggi più comunemente viene cotta su piastre di metallo oppure su lastre di pietra refrattaria chiamate testi (tëst in dialetto).

È, per dirla con Giovanni Pascoli, «il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli»: in realtà, lo era innanzitutto per i più poveri.

 Nella Romagna interna si prepara leggermente più spessa, mentre sulla costa, ad esempio nel riminese, è tirata più sottile.

Diverse sono le ipotesi sull’origine della piadina e sulla sua forma e impasto originale. Fin dagli antichi Romani ci sono tracce di questa forma di pane.

La prima testimonianza scritta della piadina risale all’anno 1371.

Nella Descriptio Romandiolae, il cardinal legato Anglico de Grimoard, ne fissa per la prima volta la ricetta: “Si fa con farina di grano intrisa d’acqua e condita con sale. Si può impastare anche con il latte e condire con un po’ di strutto”.

 I prodromi dell’odierna piada possono essere individuati anche in una focaccia a base di farina di ghianda ed altre farine povere in uso in tempi antichi nel territorio del Montefeltro.

Tratto da : https://it.wikipedia.org/wiki/Piadina_romagnola

Salva

Salva